Al consiglio comunale, stando a casa

È stata approvata all’unanimità la mozione del Movimento 5 Stelle di San Miniato che chiedeva la diretta streaming gratuita delle sedute del consiglio comunale.

Secondo i grillini era necessaria una svolta per non compromettere la partecipazione dei cittadini all’attività politico-amministrativa. Il sindaco Vittorio Gabbanini e la giunta comunale si sono impegnati per potenziare la rete internet del Comune (è in corso la sostituzione dell’attuale linea con la fibra ottica) e  per adottare un nuovo sistema più efficiente per la ripresa e l’archiviazione on-line delle sedute consiliari. È stato anche risolto il vecchio contratto con la piattaforma Ustream. “Quattro anni fa i principi di partecipazione e trasparenza ci spinsero ad intraprendere l’iniziativa ‘fiato sul collo’ – spiegano i consiglieri del Movimento – che spronò l’intero consiglio comunale ad introdurre le riprese delle sedute. A distanza di quattro anni è arrivato il momento di aggiornare il sistema ai tempi: zero pubblicità, facilità di fruizione da parte del cittadino e zero costi per l’amministrazione”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.