Quantcast

Ribechini (Sì Toscana): “Da Regione più soldi alle associazioni”

“Meno soldi alle chiese e più alle associazioni del territorio”. E’ una delle idee del candidato al consiglio regionale per Sì Toscana a Sinistra, Maurizio Ribechini. Che emerge dopo un incontro con alcune associazioni culturali, di volontariato e ricreative. “L’idea – dice Ribechini – è quella di modificare la legge regionale n1 del 2005, una norma che con alcune piccole correzioni potrebbe andare a migliorare sensibilmente la situazione economica delle associazioni di volontariato e culturali di tutta la Toscana. In pratica allo stato attuale la norma prevede che ogni Comune possa decidere di destinare una parte dei proventi degli oneri di urbanizzazione secondaria alle associazioni ma anche agli enti religiosi. Nel dettaglio attualmente la legge regionale fissa inderogabilmente al 10 per cento la quota degli oneri spettante agli enti religiosi (in sostanza alle chiese, alle parrocchie e solo in alcuni casi ad altre confessioni), mentre è fissata al 9 per la quota spettante alle associazioni”.
“In questo modo – spiega e concude  da un lato si darebbe un messaggio di laicità delle istituzioni, togliendo risorse a enti confessionali che sono già favoriti da numerose normative nazionali (vedi l’esenzione dall’Imu e l’8 per mille) e finanziati da vari fedeli. Dall’altro lato sarebbe un giusto riconoscimento in favore delle associazioni per gli importanti ruoli che ricoprono nel migliorare la vita sociale dei nostri territori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.