Gelli:”Meningite, ministero intervenga per capire l’escalation casi”

“Il grave caso di meningite di Pisa è l’ultimo di una lunga serie”. A dirlo è Federico Gelli deputato responsabile della sanità Pd e di professione medico. Un intervento che a questo punto dimsotra come la questione non possa più essere lasciata solo alle asl secondo il parlamentare democratico. urge un intervento del ministero della sanità per capire l’escalation di contagi.

“Il Ministero della Salute deve intervenire per capire se c’è una motivazione che possa spiegare questa escalation di casi registrati in Toscana rispetto agli anni passati”. Gelli aveva già presentato un’interrogazione parlamentare destinata al Ministero della Salute a fine marzo senza però ottenere risposta. “Soltanto pochi giorni fa – continua Gelli – un altro caso si era registrato in Versilia, segno evidente che la campagna di vaccinazioni voluta da Asl e Regione che avevano deliberato il richiamo gratuito per le fasce più a rischio sembra non aver avuto l’impatto sperato. E’ necessario quanto prima rilanciare la campagna di vaccinazioni per ridurre al minimo il rischio di contagio”.

Leggi anche: “Meningite, gravissimo un giovane di 23. Durante la fase di potenziale contagio ha frequentato anche i locali di Pontedera. Tutte le indicazioni per la profilassi attuata dalla Asl”

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.