Quantcast

Congressi Pd, Mazzeo: “Grande risultato in provincia di Pisa”

“Voglio iniziare questa messaggio dicendo 29.126 volte grazie”. Parte così la lettera con la quale il consigliere regionale Antonio Mazzeo commenta i risultati dei circoli Pd della Toscana. Il primo dato positivo, infatti, è quello dell’affluenza: “Sono 29.126, infatti – dice Mazzeo – gli iscritti della nostra regione che nelle ultime due settimane hanno partecipato e votato nei congressi che si sono tenuti nei 765 circoli sparsi su tutto il territorio. Significa oltre il 61% del totale dei nostri tesserati e una simile partecipazione democratica rappresenta per me il risultato più bello, indipendentemente da quali preferenze sono state espresse”.

“Certo – prosegue -, il risultato che ha visto prevalere nettamente la mozione di Matteo Renzi in tutte e 13 le federazioni (+15% complessivo rispetto a 4 anni fa) è per me un ulteriore motivo di grande soddisfazione e, credo, il segno evidente di come la nostra base voglia riprendere quella strada improntata al cambiamento che si è interrotta dopo il 4 dicembre. Permettetemi però anche un piccolo focus sul risultato ottenuto in provincia di Pisa. La mozione Renzi, quattro anni fa, prese il 39% in provincia, stavolta siamo arrivati a superare il 58 nonostante la stragrande maggioranza di dirigenti e amministratori locali sostenesse Andrea Orlando. I numeri non rendono però conto di un altro aspetto, per certi versi ancora più importante: la grande soddisfazione di aver visto tanti giovani impegnarsi in prima persona nella presentazione delle mozioni. Sia chiaro: loro rappresentano il patrimonio non di una parte ma di tutto il Partito Democratico e la loro energia e il loro entusiasmo sono benzina nel motore che abbiamo subito fatto ripartire in vista delle primarie aperte del 30 aprile. Mi auguro, di cuore, che anche quel giorno sia una grande festa di democrazia e di partecipazione popolare. Un qualcosa che nessuno, oltre il PD, riesce a mettere in piedi”.
“Noi, in queste settimane, continueremo a raccontare le nostre idee e i nostri progetti per il futuro del partito e del Paese – prosegue Mazzeo -. E continueremo a spiegare come intendiamo costruire un partito forte (guidato da un leader forte come Matteo Renzi) che sia epicentro di un centrosinistra riformista e di governo. Credo che la differenza fondamentale stia proprio qui: qualcuno cerca di convincere a “non votare per qualcuno”, noi cerchiamo di convincere a votare “per qualcosa”. Per farlo, ovviamente, ci siamo subito rimessi #incammino. Ecco quindi i primi appuntamenti in vista del 30 aprile: domani a Livorno col ministro Granziano Delrio e giovedì a Pisa col ministro Maurizio Martina.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.