Caso Catarcioni, Partito Comunista: “Politica pensi a lavoro e sfruttamento”

Anche gli esponenti del Partito Comunista pisano intervengono sull’ormai nota vicenda che vede protagonista il sanminiatese Mattia Catarcioni. Un intervento per ricordare, nessuno escluso, che “la politica è ormai lontanissima dai problemi veri dei cittadini”. Da qui l’invito a spendere tempo e parole, piuttosto, per i lavoratori sfruttati nel comprensorio e per la vertenza che vede protagonisti i dipendenti della conceria Pistolesi.

“Sulla vicenda del giovane talentuoso Mattia Catarcioni – si legge in una nota -, escluso dalla giuria di San Miniato Movie per motivi politici, sulle risposte date dall’assessore Bertini e da Spadoni, sul carteggio Giglioli – Guazzini e sui commenti delle altre forze politiche in consiglio comunale, noi pensiamo che la gravità assoluta stia nel fatto che queste dinamiche trovino il tempo e lo spazio per accadere. Leggiamo attestati di solidarietà che vorremmo leggere nei confronti dei lavoratori che hanno avuto un incidente sul lavoro o che il lavoro rischiano di perderlo, come gli operai della Conceria Pistolesi di Ponte a Egola, che in queste ore hanno decretato lo stato di agitazione. Vorremmo vedere azioni politiche serie ed incisive da parte delle istituzioni per vincere la piaga delle morti bianche. Vorremmo vedere azioni concrete contro precariato e forme di sfruttamento, fenomeni diffusissimi anche negli stabilimenti del Valdarno Inferiore. Ci tocca invece assistere alle attività circensi di amministratori che sono ormai lontanissimi dai problemi veri dei cittadini e dei lavoratori”.
“Il benaltrismo – aggiungono i Comunisti – è una brutta abitudine, ne siamo consapevoli. Ma invitiamo tutti alla ribellione. Per esempio, al regista Catarcioni proponiamo di lasciarsi alle spalle questa storia grottesca in cui suo malgrado si è imbattuto e magari di girare un documentario sulla sicurezza nei luoghi di lavoro nel comune di San Miniato e nella zona del Cuoio. Siamo pronti a collaborare e a promuovere l’iniziativa”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.