Quantcast

Nuovi segretari per il Pd: Castelfranco commissariato, volti nuovi a Santa Croce e Fucecchio

È tempo di rinnovi per gli organismi locali del Partito Democratico. Dopo il Congresso nazionale di primavera che ha confermato Matteo Renzi alla guida nazionale del partito, è il turno adesso dei congressi sul territorio per il rinnovo delle Unioni provinciali, comunali e dei singoli circoli.

Un appuntamento in programma fra il 12 e il 22, anche se già da ieri (2 ottobre) sono scaduti i termini per la presentazione delle candidature al ruolo di segretario. In tutti i comuni del comprensorio si tratta di candidature unitarie: un solo nome per intendersi, che verrà confermato dopo l’elezione delle nuove assemblee comunali e di circolo. Significativa, tuttavia, l’unica eccezione di Castelfranco, dove a distanza di anni, ormai, dalle dimissioni presentate da Federico Grossi, il partito non è stato in grado di trovare nessuno disposto alla successione. I democratici castelfranchesi hanno chiesto quindi una proroga, nella speranza di trovare un nuovo nome a stretto giro, aprendo le porte ad una sorta di commissariamento che è stato affidato a Linda Vanni, attuale vicesindaco di Montopoli e membro della direzione provinciale.
Nessuna incertezza, invece, in altri tre comuni del comprensorio, dove le candidature unitarie portano i nomi degli attuali segretari in carica: Fabio Bartoli per Montopoli, Francesco Petri per Santa Maria a Monte e Simone Giglioli per San Miniato, entrato in carica lo scorso anno dopo le dimissioni di Francesco Lupi.
Volti nuovi, invece, per segreterie delle Unioni comunali di Santa Croce, dove Massimo Bertacca si prepara a lasciare il testimone a Ivetta Parentini e di Fucecchio, dove al posto di Leonardo Bertini subentra Luca Giorgi.
Per le segreteria provinciale di Pisa, invece, si andrà verso la riconferma di Massimiliano Sonetti. (g.p.)

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.