Pisa, parte la campagna di Liberi e Uguali con Rossella Muroni foto

“Serve una sinistra più forte e coesa” annuncia il questore della Camera dei deputati Paolo Fontanelli, che lancia il primo appuntamento di Liberi e Uguali organizzato nella città di Pisa, in programma per giovedì 4 gennaio. Parteciperà all’iniziativa sarà Rossella Muroni, responsabile del comitato nazionale proposto da Pietro Grasso.

“E così siamo arrivati dove era ampiamente annunciato dai velinari dei palazzi – spiega Paolo Fontanelli -: allo scioglimento delle Camere per tenere le elezioni politiche il 4 marzo. In questo nessuna sorpresa. Il Capo dello Stato si è preoccupato di mettere al riparo il Governo da ogni rischio di turbolenza in vista delle elezioni e, forse, dei possibili imprevisti di una evoluzione assai confusa della situazione politica. Imprevisti fatti di rischio di ingovernabilità, in realtà ben delineati da una legge elettorale pensata per favorire qualcuno e sfavorire qualcun altro e che alla prova dei fatti si sta rivelando un boomerang per il partito che più di ogni altro l’ha voluta. Figlia di un modo di concepire la politica come tatticismo e forzature istituzionali. La stessa logica che animò nel 2016 tutta la vicenda della riforma costituzionale e del referendum. Ma il danno è fatto e per adesso non è riparabile, e allora occorre prepararsi alla sfida con chiarezza e determinazione. Il sistema misto proporzionale-maggioritario con un solo voto non porta a vere coalizioni, fondate sui programmi e la comunanza di obbiettivi. Del resto nella legge non si prevede affatto la presentazione di un programma comune ma, anzi, il suo contrario, con l’idea di incentivare le liste civetta. Porta invece all’obbligo, per chi vuole segnalare una propria autonomia, a presentare candidati in tutti i collegi uninominali. Per questo non ha alcun senso la discussione sulle alleanze a sinistra e se non vogliamo compromettere ulteriormente i rapporti nel campo del centrosinistra per il dopo, forse conviene ragionare soprattutto dell’impianto proporzionale, che rimanda al confronto nel nuovo Parlamento l’evoluzione e lo sviluppo dei rapporti politici. Quel che è certo è che per produrre un cambiamento reale nella vita politica del Paese ci vuole una sinistra più forte e coesa. Ma, appunto, una sinistra.
Per quanto ci riguarda – conclude Fontanelli – nelle prossime settimane il nostro impegno sarà concentrato sull’avvio della campagna di Liberi e Uguali. Il primo appuntamento a Pisa è previsto per il 4 gennaio con la partecipazione e di Rossella Muroni, responsabile del comitato nazionale proposto da Pietro Grasso. Lei viene da Legambiente, di cui era presidente. Nei giorni scorsi anche Laura Boldrini ha aderito al progetto di Liberi e Uguali, rilanciando il carattere aperto e inclusivo di una sinistra che vuole pesare e incidere sul futuro del Paese, per dare risposte a settori più deboli e impoveriti della società italiana e una prospettiva di sviluppo per i giovani e il lavoro. I primi segnali che arrivano dai sondaggi sono incoraggianti. Allora dobbiamo guardare con fiducia e con speranza al 2018 e formulare i migliori auguri a tutti per il nuovo anno. Che porti davvero buone cose”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.