Quantcast

Politiche, “Pd crede nei giovani”. Ministro Fedeli tra i candidati foto

Sono state presentate oggi 31 gennaio a Pisa le candidate del Pd alle elezioni politiche del 4 marzo Lucia Ciampi, Susanna Cenni, Valeria Fedeli, Rosa Maria Di Giorgi e Stefano Ceccanti.

La campagna elettorale, oggi, è partita proprio da via Fratti, da un incontro tra i giovani democratici e le candidate. “Abbiamo presentando – spiegano dalla segreteria – un Pd che crede nella forza dei giovani, delle idee… con una idea chiara di futuro”. 
“Orgogliosa” di essere di nuovo candidata in Toscana – nel 2013 era capolista al Senato per il Pd – e “felice di potermi battere per il centrosinistra nel collegio senatoriale 6 di Pisa” ha detto Valeria Fedeli. Proprio a Pisa, ha detto, da sindacalista della Cgil “ho costruito forti legami politici e umani nelle lotte a fianco delle lavoratrici e dei lavoratori del tessile e del cuoio e come ministra all’università ho aiutato a costruire la federazione fra Università degli Studi di Pisa, Scuola Normale e Sant’Anna che farà di Pisa un centro di formazione universitaria all’avanguardia nel mondo. Qua mi sento a casa mia perché sento un comune legame coi valori della nostra Costituzione che sono un patrimonio vero dei cittadini di queste realtà. Simbolo della mia campagna è l’articolo 3 della Costituzione che sancisce l’obiettivo di uguaglianza fra tutte le persone e stabilisce che è compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli che ne impediscono il raggiungimento. E io prima da sindacalista poi da senatrice e ministra e adesso come candidata del centrosinistra mi sono data lo scopo di rimuovere quegli ostacoli”.
La ministra all’istruzione, università e ricerca dopo una lunga vita spesa nella Cgil e, prima di essere chiamata da Gentiloni nel suo governo, una più recente esperienza ai vertici del Senato come vicepresidente, ha voluto iniziare proprio dal cuore del suo collegio, Pisa (presente anche il sindaco Marco Filippeschi), la sua nuova sfida con due appelli. Il primo esplicitamente rivolto a sinistra richiamando espressamente l’appello di Romano Prodi: “Come ha spiegato bene il padre dell’Ulivo – dice Fedeli – il Pd e la sua coalizione lavorano per l’unità del centrosinistra, LeU no. E’ ovvio quindi che chi vota per i candidati di chi ha diviso il centrosinistra fa un favore alle destre che si chiamino 5Stelle o Lega poco cambia. E da queste parte ne sapete qualcosa visto quello che è successo a Cascina”. Il riferimento è alla vittoria leghista nel comune alle porte di Pisa conquistato da una sindaca con cui Fedeli ha avuto una forte polemica. “Si l’ho criticata perché aveva deciso di non celebrare le unioni civili, violando apertamente una legge dello Stato che riconosce diritti a chi prima non ne aveva. Ma questa è la destra: un concentrato di populismo reazionario e conservazione”. L’altro appello la ministra invece lo invia a tutti gli avversari: “Per me sono avversari non nemici e quindi chiedo che ci sia un confronto serio e serrato sulle proposte, anche duro, ma nel rispetto delle persone. Da parte mia non sentirete mai attacchi personali. In questo Paese c’è bisogno di riscoprire anche uno stile nel fare politica. Perché, soprattutto nei confronti delle donne, oramai s’è passata la misura e noi come politici abbiamo il dovere del buon esempio nei confronti dei nostri concittadini”. 
“Tra poco più di un mese dovremo affrontare la sfida delle elezioni politiche – ha detto Massimiliano Sonetti, segretario provinciale Pd -. Un appuntamento di profonda importanza per il nostro partito e il nostro Paese. Siamo consapevoli delle difficoltà che dovremo affrontare, ma lo faremo con la forza e l’orgoglio di essere stata la forza di Governo che più ha inciso in questi 5 anni. E’ capitato più di una volta di parlare delle molte politiche che sono state attuate: reddito di inclusione, matrimoni civili, legge sul dopo di noi e sul terzo settore, gli 80 euro, il Jobs act, il biotestamento e la legge sulla responsabilità medica. Ho elencato solo alcuni degli importanti provvedimenti a sigla Pd e centrosinistra, che stanno facendo cambiare passo al nostro Paese, ma non è mia intenzione fare la lista delle cose fatte. Dagli ultimi dati ufficiali stiamo uscendo da una crisi economica che non ci ha lasciato fiato, ma che grazie al nostro partito e al Governo e qui un pensiero particolare va a Matteo Renzi e Paolo Gentiloni, stiamo riuscendo a sconfiggere. Ho l’onore oggi di poter presentare i nostri candidati, una squadra di candidati fatta di personaggi di primo piano della politica, competenti e che hanno fatto molto bene nei ruoli ricoperti fino ad oggi. Si tratta di Valeria Fedeli, Ministro dell’Istruzione, università e ricerca, candidata nel collegio uninominale Pisa Poggibonsi e plurinominale al Senato Toscana 2, Lucia Ciampi apprezzata sindaco di Calcinaia candidata alla Camera al collegio uninominale e plurinominale e Susanna Cenni, punto di riferimento del Pd per quanto riguarda le politiche agricole candidata alla Camera nel collegio uninominale Poggibonsi Valdera. Poi avremo Rosa Maria Di Giorgi, da tempo amica del Pd pisano candidata al plurinominale Camera Toscana 2 e lo stimato costituzionalista Stefano Ceccanti al plurinominale Camera. Sosterremo convintamente queste persone che terranno alto il nome del nostro partito in questa imminente competizione elettorale. Potremo fare molto bene sul nostro territorio e chiamiamo tutto il nostro popolo a partecipare numeroso e a contribuire a questa campagna elettorale”.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.