Fucecchio, Pd: “Linguaggio di odio in consiglio comunale”

“Vorremmo parlare delle tante cose, secondo noi positive, che il Gruppo consiliare del Partito Democratico ha approvato per Fucecchio e siamo invece costretti a intervenire sullo spettacolo indecoroso offerto nelle nostre istituzioni da alcuni consiglieri di opposizione, che a più riprese hanno attaccato con frasi sprezzanti la consigliera e capogruppo M5S Fabrizia Morelli”. In conclusione di un consiglio comunale durato due giorni, lo dicono il Pd di Fucecchio.

“Il caso in specie – spiegano – merita di essere denunciato politicamente e ci impone di affrontare la questione anche in termini generali. Perché nulla, nemmeno il calore della discussione più sentita, può autorizzare un consigliere a urlare all’altro di tacere, né ordinargli di attivare le capacità cognitive prima di prendere la parola, offendendolo e mettendone in dubbio la capacità di giudizio. Queste frasi sono ancora più odiose perché pronunciate da uomini contro donne all’interno delle nostre istituzioni. I consiglieri Pd sono intervenuti immediatamente perché si censurassero i responsabili. Le registrazioni e i verbali sono a disposizione dei cittadini e di tutti coloro che vorranno, eventualmente, valutare azioni al riguardo. Ribadiamo oggi che non accetteremo altre provocazioni. Siamo e saremo sempre contro il linguaggio d’odio e non permetteremo che fatti gravi come questi si ripetano. Intanto, raccomandiamo alla Commissione che raccoglie tutte le donne elette in consiglio e nominate in giunta di riunirsi quanto prima e discutere del fenomeno del linguaggio d’odio che sempre più spesso, ad ogni livello, colpisce le donne attive in politica. Non temiamo questa battaglia di civiltà. Noi ci siamo e ci saremo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.