Mozione presepi, Pasqualino: “Una decisione che rinnega tradizioni e cultura”

Il Commissario della Lega sulla decisione di respingere la mozione

“Da una parte prendono una decisione vergognosa che rinnega le nostre tradizioni e la nostra cultura mettendosi contro una cittadinanza intera e poi gridano allo scandalo se i consiglieri di opposizione difendono le nostre tradizioni artistiche e religiose improntate alla pace e alla speranza”.  Lo dice il commissario della Lega di Santa Croce sull’Arno Giovanni Pasqualino commentando la vicenda innescata dalla mozione sul presepe presentata in consiglio comunale da Per un’altra Santa Croce

.

“Il sindaco di Santa Croce sull’Arno Giulia Deidda – aggiunge – insieme alla maggioranza di Sinistra si ritrovano in completa confusione e vittime della loro stessa feroce bocciatura della mozione per i presepi nelle scuole”.

Per Pasqualino, “Evidentemente la campagna elettorale è iniziata e per raccogliere voti si é pronti a tutto… anche a negare l’evidenza. Una brutta pagina appena scritta da questa maggioranza che cerca di trovare supporto anche dall’esterno con qualche consigliere regionale. Il succo però non cambia: il sindaco Deidda e la sua amministrazione hanno bocciato una mozione sui presepi a Santa Croce facendo di fatto infuriare tutti i cittadini onesti che con orgoglio portano avanti le proprie tradizioni. L’Amministrazione santacrocese ha perso una buona occasione per dimostrare l’attaccamento alla propria città, alla propria cultura e ai propri cittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.