“Lezioni in corridoio per le infiltrazioni a scuola”, lo segnala Cicala foto

Per un'altra Santa Croce vuole un sopralluogo

Lezione in corridoio a causa delle infiltrazioni d’acqua nell’aula. E’ la situazione che si è verificata alle scuole medie di Staffoli che rende nota Benedetta Cicala, consigliere comunale di Per un’altra Santa Croce a Santa Croce sull’Arno.

Cicala racconta che “al primo piano sarebbero presenti da alcune settimane delle infiltrazioni d’acqua che avrebbe costretto la III A a svolgere le lezioni nei corridoi. Inoltre ci risulta che alcuni genitori dei bambini delle classi in oggetto avrebbero già provveduto a segnalare all’Amministrazione anche la presenza di macchie di muffa dovuta all’umidità che causerebbe problemi di salute ad alcuni alunni. Nonostante ciò, ad oggi, l’amministrazione comunale non avrebbe ancora mosso un dito per risolvere la problematica e la situazione sta degenerando ogni giorno”.

Secondo la consigliera comunale, “La scarsa manutenzione dell’edificio scolastico è una vergogna perché mette a rischio la salute e forse la sicurezza dei bambini che quotidianamente passano ore e ore al suo interno , inoltre, sapere che i nostri ragazzi svolgono le lezioni nei corridoi, è qualcosa che non è accettabile per un paese civile.
Stupisce che tale trascuratezza provenga proprio dal sindaco Deidda che nell’ultimo consiglio comunale ha affermato di avere particolarmente a cuore la situazione delle nostre scuole. È questo il tipo di attenzione che vogliamo per i nostri plessi scolastici?”.

Come consiglieri comunali del gruppo Per un’altra Santa Croce poi, “dopo aver informato il dirigente scolastico, chiederemo un sopralluogo per valutare la situazione nei prossimi giorni. Se la cosa fosse confermata si tratterebbe dell’ennesima dimostrazione della manchevole attenzione prestata dall’amministrazione comunale nei confronti della frazione di Staffoli che dice che gli stia particolarmente a cuore. A chiacchiere, ma non con i fatti.
Non venga fuori l’Amministrazione, tra poco tempo, con il voler fare un’altra festa per i lavori che andranno a fare alla scuola media di Staffoli come è stato fatto per la palestra. Se la manutenzione venisse effettuata regolarmente, prima di tutto certi episodi non succederebbero e, in secondo luogo, non ci sarebbe la necessità di andare a spendere un sacco di soldi pubblici per non aver fatto quello di cui ci si doveva occupare in precedenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.