“Gare pluriennali per affidare i lavori”, la proposta di CambiaMenti

"San Miniato ha approvato ben 9 determine che affidano progettazioni, lavori e servizi per complessivi 189.725,81 euro"

“L’affidamento dei lavori urgenti e i piccoli interventi siano effettuati sulla base di gare pluriennali e non moltiplicando le aggiudicazioni sotto soglia, in modo tale da ridurre la discrezionalità e prevenire la concentrazione degli affidamenti sempre sugli stessi soggetti”. Un’esigenza, questa, che il gruppo consiliare CambiaMenti e i consiglieri comunali Manola Guazzini e Matteo Squicciarini intendono proporre alla discussione del consiglio comunale di San Miniato.

Un’esigenza nata dopo che “Tra il 20 e il 31 dicembre 2019 – spiegano – il Comune di San Miniato ha approvato ben 9 determine che affidano progettazioni, lavori e servizi per complessivi 189.725,81 euro a imprese e studi professionali che, come sa chiunque abbia memoria degli atti del Comune negli ultimi anni,  fanno in genere parte della cerchia di quelli che vengono più frequentemente utilizzati in queste occasioni.

E non si tratta solo di ‘lavoretti’: ci sono due affidamenti di progettazione (uno per 12.200 euro, uno per 17.636) relativi alla redazione di un’importante scelta urbanistica come il Piano Strutturale Intercomunale dei Comuni di San Miniato e Fucecchio, uno di oltre 55mila euro per la progettazione definitiva per la realizzazione di un polo della scuola primaria a Ponte a Elsa che investe la questione, di una certa rilevanza strategica, di quale prospettiva si intende costruire nel nostro territorio per la rete della scuola di base. Uno, poi, di quasi 12mila 800euro per progettare una palestra in tensostruttura, su cui sarebbe quanto mai opportuna qualche discussione, se non sull’opportunità, anche se noi abbiamo dubbi anche su quello, quanto meno sull’ubicazione e la destinazione (a seconda di dove si sceglie di farla potrà servire anche per le attività motorie e sportive del Cattaneo o sarà semplicemente un intervento aggiuntivo e per consentire ai ragazzi di svolgere attività motoria si continueranno a spendere le stesse risorse pubbliche con gli stessi disagi)”.

Poi i consiglieri comunali precisano: “Intendiamoci, non c’è niente di irregolare: ognuno dei 9 singoli interventi è al di sotto della soglia della spesa che può essere impegnata con atti di questo tipo. Però che si investano quasi 190mila euro negli ultimi dieci giorni dell’anno, anche su questioni di grande rilevanza strategica, all’insaputa del consiglio comunale e senza alcuna procedura di gara o d’avviso pubblico, non è certo un esempio di gestione trasparente della cosa pubblica”.

“Come abbiamo detto in campagna elettorale, lavoreremo perché tutti siano uguali davanti al Comune e non ci sia qualcuno più uguale di un altro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.