Commissioni comunali, Per un’altra Santa Croce chiede un Consiglio

I consiglieri comunali hanno inviato richiesta formale di convocazione di una seduta

“Purtroppo Santa Croce sull’Arno è l’unico comune del comprensorio del Cuoio a non aver ancora nominato tutte le commissioni e, sino ad oggi, in assenza di quelle comunali permanenti, i sottoscritti consiglieri si sono trovati costretti, in diverse occasioni, a sollevare questioni anche tecniche che potevano tranquillamente essere sviscerate in sede di commissioni comunali competenti per poi, eventualmente, approdare in Consiglio sotto diversa e più costruttiva forma”.

Per questo, i consiglieri comunali di Per un’altra Santa Croce Alessandro Lambertucci, Marco Rusconi, Vincenzo Oliveri, Benedetta Cicala e Valentina Fanella hanno inviato al sindaco di Santa Croce una formale richiesta di convocazione del consiglio comunale in seduta ordinaria da tenersi tassativamente entro 20 giorni dalla richiesta affinché, dopo circa otto mesi dall’inizio della consiliatura, si proceda finalmente da parte dell’amministrazione comunale a istituire le Commissioni comunali permanenti “che vengono nominate – spiegano i consiglieri – all’inizio di ogni tornata amministrativa e hanno il compito di esaminare preventivamente le più importanti questioni di competenza del consiglio comunale esprimendo il proprio parere e concorrendo, nei modi stabiliti dal regolamento, allo svolgimento dell’attività amministrativa del Consiglio.

Sin dall’inizio del nostro mandato, avevano proposto di collaborare fattivamente alla soluzione delle problematiche del Comune dando il nostro apporto positivo che, però, proprio per la mancanza delle suddette commissioni, non ha potuto essere apprezzato dall’amministrazione comunale e trovare un giusto alveo dove potersi esprimere in tutta la sua consistenza. Visto poi che durante la seduta del consiglio comunale del 27 novembre 2019 è stato risolto il palese contrasto esistente tra l’art 27, comma 3, dello Stato Comunale e il successivo art. 30, comma 1, nel senso che la competenza per l’aggiornamento e la gestione dello Statuto e per il regolamento interno permane solo in capo alla Commissione per il Regolamento del Consiglio e per gli affari istruzioni e non anche alla Conferenza dei capigruppo, con la stessa istanza è stata anche richiesta l’istituzione di tale importante commissione”.

“Ci auguriamo – dicono i consiglieri comunali – che il comune di Santa Croce possa dotarsi quanto prima di tutti quegli strumenti necessari al suo corretto funzionamento così come previsti dallo Statuto e si possa inaugurare una stagione di più ampio confronto democratico tra le forze politiche”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.