Quantcast

Pieroni: “In Toscana il pubblico attrae l’impresa: sistema da rafforzare”

L'ex presidente della Provincia di Pisa punta sui benefici che maggiori infrastrutture sulla costa potrebbero avere per l'intera regione

Per Andrea Pieroni, consigliere regionale Pd originario di Montopoli Valdarno ed ex presidente della Provincia di Pisa, la Toscana è “una regione in controtendenza” per la capacità del pubblico di attrarre investimenti e occupazione. In particolare, l’analisi del consigliere si sofferma sulle attività produttive del comprensorio del Cuoio e sulla qualità che esprimono. Pieroni rileva la necessità di rafforzare le infrastrutture su Pisa, eccellenza per ricerca e università: interventi che darebbero una spinta positiva alla costa e a tutta la regione.

“I servizi della trasmissione Otto e mezzo su La7 e quello apparso sul Sole 24 Ore hanno rappresentato bene come le strategie di attrazione di investimenti della Regione Toscana in questi anni abbiano dato e continuino a dare risultati positivi nell’insediamento di nuove aziende sul territorio – afferma il consigliere regionale Pd, Andrea Pieroni – Sono 30 i protocolli stilati in questi anni con i Comuni e le aziende hanno messo in moto un meccanismo virtuoso attrattivo di imprese, mentre sono 50 quelle hanno ricevuto i frutti dell’assistenza della Regione, frutto di una politica industriale fatta di risposte chiare e veloci alle aziende. Una ricerca del Sole 24 Ore elenca come nuovi insediamenti a Pisa in questi ultimi anni Leonardo (ex Finmeccanica) e Pharmanutra, che sta investendo in un nuovo polo produttivo di 10mila metri quadri e 12 milioni di investimento”.

“Il distretto conciario produce alta qualità grazie a politiche decennali – continua Pieroni – che hanno coinvolto enti locali, imprenditori, forze sociali, sindacati. Diverse aziende rispondono, sul rispetto dell’ambiente e dei lavoratori, ai più alti standard richiesti dalle grandi firme della moda. Condizioni che richiedono grandi sforzi economici, ma che senza un investimento forte in qualità, che viene da lontano, anche grazie ad una mentalità aperta che caratterizza gli imprenditori, non sarebbe in grado di competere nel mercato globale, dove la qualità diventa elemento decisivo”.

“Uno sviluppo – prosegue Pieroni – che ricordo molto bene negli anni in cui ho ricoperto il ruolo di presidente della Provincia di Pisa, che aveva competenze sulla pianificazione urbanistica, ambientale ed economica. Il rinforzo infrastrutturale, in particolare nel territorio provinciale nell’ambito della toscana costiera sarà uno dei fattori che più daranno aiuto per maggiori dinamismo e attrattività. Uno sviluppo che scorre di pari passo con la Pisa capitale di università, ricerca e innovazione. In questi giorni è stata inaugurata nell’area di ricerca del Cnr la sede tecnologica (vincitrice di un premio della sostenibilità) del Registro.it arrivato a 3 milioni e 247068 di domini che fanno dell’Italia l’ottava potenza mondiale, ma penso anche al polo tecnologico e all’impresa che gira intorno alle scuole universitarie dell’eccellenza. Tutte solide basi per uno sviluppo di alta qualità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.