Quantcast

“La nostra è una scuola di qualità”, Toti e Duranti replicano a Rossi

"Siamo disponibili al confronto e al dialogo con i genitori"

“È folle definire la nostra scuola un istituto ‘da terzo mondo’. Respingo convintamente le accuse mosse dalla consigliera Aurora Rossi che sono del tutto infondate. La nostra è una scuola di qualità: ne sono conferma i progetti che sosteniamo anche economicamente”. Lo dicono il sindaco di Castelfranco di Sotto Gabriele Toti e l’assessore alla scuola Ilaria Duranti replicando all’interrogazione della consigliera del gruppo misto sulla scuola di via Magenta.

“Le condizioni – spiegano – in cui sono educati i bambini di Castelfranco è una priorità che ci sta particolarmente a cuore e sulla quale investiamo risorse e attenzione. Non accettiamo che vengano rivolte pesanti critiche, basate come argomentazioni sul sentito dire e strumentalizzando una richiesta dei genitori. Richiesta che l’amministrazione comunale stava già trattando attraverso un opportuno canale di confronto e verifica. Questo vuole dire strumentalizzare i genitori a meri fini politici.

Rispondo punto per punto. Per quanto riguarda il ritardo dell’inizio del servizio mensa – come la consigliera Rossi avrebbe dovuto sapere se informata sui fatti – la responsabilità non è del Comune, ma dalla mancanza degli insegnanti per garantire la copertura totale dell’orario scolastico anche nel pomeriggio. Per quanto riguarda lo stato dei servizi igienici e degli infissi, i tecnici comunali sono già intervenuti a inizio anno (a seguito di una segnalazione) per risolvere un problema di chiusura di una finestra, ma al momento agli uffici non risulta il sussistere di problematiche legate ai bagni. Sarà nostro impegno verificare la situazione con ulteriori sopralluoghi, oltre a quelli già fatti recentemente. La sicurezza dei bambini e del corpo insegnanti per noi è al primo posto.

Questo vale anche per la gestione delle entrate e uscite da scuola. Un argomento già affrontato insieme alla polizia municipale e risolto con l’apertura dei cancelli dell’istituto nel momento dell’entrata (prima delle 8) per evitare lo stazionamento dei bambini sul marciapiede e con la chiusura al traffico della strada nel momento dell’uscita da scuola (intorno alle 13). Infine, per quanto riguarda la presenza di topi a scuola, siamo intervenuti a inizio anno scolastico per risolvere il problema, garantendo l’incolumità dei bambini.

Siamo disponibili al confronto e al dialogo con i genitori, così come abbiamo sempre fatto finora”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.