Sonetti lascia il Pd per Italia Viva, Mazzeo spiega i retroscena: “Sbagliato anteporre gli interessi personali a quelli collettivi”

"Sonentti se ne va per avere una propria candidatura al consiglio regionale"

Massimiliano Sonetti, il segretario provinciale del Pd, lascia il partito a circa 3 mesi dal voto per le regionali e si sposta in Italia viva. La notizia che alla fine nel sistema Pd della provincia di Pisa probabilmente lascerà il tempo che trova. Anzi forse rimetterà in modo un po’ di energie nella ricerca di un nuovo segretario. Per molti che fin dall’insedimento di Sonetti alla guida dei democratici lo hanno tollerato a fatica, il suo spostamento in Italia Viva diventa  l’occasione per dire a Sonetti quello che pensano senza troppe mediazioni politiche. Lo fa il consigliere regionale del Pd Antonio Mazzeo che parala senza mezzi termini. Riprotiamo integralmente l’intervento dell’esponente del Pd pisano.

“Quello che sta accadendo – dice Mazzeo – in queste ore a Pisa, con il segretario provinciale del Pd che decide di andarsene in Italia Viva solo e soltanto per una propria candidatura al consiglio regionale, è quanto di più distante ci sia dal mio modo di fare e vivere la politica. Ho già detto, e scritto, che ho trovato profondamente sbagliato anteporre gli interessi personali a quelli collettivi in occasione delle elezioni comunali a Pisa di due anni fa e per la stessa ragione ritengo altrettanto sbagliata, oltre che irrispettosa per la comunità guidata per anni, la scelta fatta oggi da Massimiliano Sonetti.

Ma a coloro, e siamo tanti, che hanno davvero a cuore le sorti del nostro partito, dico che se non altro possiamo finalmente far tornare il Pd provinciale ad essere il luogo aperto, di confronto e dialogo che merita di essere anziché uno spazio chiuso e perennemente tenuto in ostaggio di discussioni ed incomprensibili equilibrismi interni. Faccio dunque da subito un appello all’unità per trovare, più rapidamente possibile, una soluzione condivisa che ci garantisca di arrivare al congresso e organizzare al meglio il lavoro del partito sul territorio in vista delle Regionali. Io sono convinto che ce la faremo e che tra pochi mesi faremo un grande risultato, con buona pace di chi ha dimostrato una volta di più di pensare solo a se stesso e, come cantava Guccini, a una politica che è solo far carriera.

Fin dal momento della sua nascita – precisa Mazzeo – ho sempre avuto grande rispetto per chi ha scelto di aderire a Italia Viva. Sono, in moltissimi casi, amiche e amici con cui abbiamo condiviso anni di cammino e di battaglie politiche e so che a muoverli sono stare ragioni profonde e nobili, senza secondi fini e, soprattutto, senza ragioni di ambizioni personali. Pur se abbiamo preso strade diverse, è solo quello il modo di far politica in cui io continuo e continuerò a credere“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.