Degrado, rifiuti e “rattoppi”: per la Lega, San Romano è Cenerentola foto

L'esito del sopralluogo dei consiglieri comunali di San Miniato

“Un degrado sconfortante, condito con una abbondante quantità di rifiuti accumulati in vari punti della frazione, che evidentemente non gode di una adeguata frequentazione della spazzatrice pubblica”. E’ la sintesi dei consiglieri comunali di Lega Salvini premier Roberto Ferraro, Beatrice Calvetti, Federico Gregorini che descrivono San Romano di San Miniato come Cenerentola del comune.

“La frazione di San Romano – spiegano i consiglieri – ha una grossa sfortuna, quella di essere una piccola appendice  del Comune di San Miniato e purtroppo come tale viene considerata anche dal punto di vista della cura del suo territorio. Facendo quattro passi lungo le sue strade ci si accorge subito dello stato di degrado della frazione. Alcune vie sono caratterizzate da antichi, consistenti e pericolosi rattoppi e buche, cosa analoga per i marciapiedi che peraltro sono rari come oro. La cosa non migliora se si dà uno sguardo ai giardini pubblici. Il degrado, il sudicio e la provvisorietà sono preponderanti, inadeguati per essere luoghi di aggregazione di famiglie e bambini

Il famoso sottopasso, che ora finalmente sembra funzionare, si trova in una situazione di degrado incredibile. Il parapetto in ferro è rotto e arrugginito, ci sono grosse sconnessioni nell’asfalto, il fogliame invade la strada rischiando di ostacolare il deflusso delle acque, il tutto incorniciato da rigogliose piantagioni di canne degne di una giungla tailandese.  La frazione in alcuni punti mantiene l’uso di lampioni arrugginiti risalenti agli albori della civiltà, tenuti al loro posto forse come traccia di archeologia industriale. L’indicatore di velocità installato sulla Tosco romagnola da epoca immemorabile non svolge più il suo compito. Altrettanto dicasi delle luci segnalatrici del passaggio pedonale limitrofo”.

“Tutti ricordano – aggiungono – i tempi biblici che ci vollero per sistemare la piccola frana che anni fa interessò la Tosco romagnola all’ingresso della frazione e le incredibili lungaggini per giungere alla messa in sicurezza del sottopasso della ferrovia. Questa è la situazione di San Romano, una frazione che si sente ed è la Cenerentola del Comune di San Miniato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.