Forza Italia Fucecchio, mozione per il sostegno all’economia

Il gruppo di opposizione propone una serie di misure per aiutare imprese e cittadini

Una mozione per sostenere l’economia a livello territoriale. A presentarla, al Comune di Fucecchio, i consiglieri comunali del gruppo di Forza Italia Simone Testai e Sabrina Ramello.

Nella mozione i due esponenti politici impegnano “il sindaco e la giunta ad attuare le misure di aiuto alle imprese e ai cittadini messi a dura prova dalle conseguenze economiche di questa gravissima crisi”.

Tante le proposte dei due congilieri. Fra queste “istituire una commissione consiliare speciale, che valuti tutte le iniziative da mettere in atto per il sostegno delle famiglie e delle attività produttive commerciali e professionali in genere, che subiscano danni dall’attuale situazione, istituendo un fondo contributi basato sullo storico dei contributi erogati dal 2016 al 2019 secondo regolamento concessione tributi, congelando qualsiasi altro contributo non destinato al rilancio del tessuto economico e del sostegno alle famiglie fino al 2024; il ricalcolo dell’importo complessivo Tari 2020 per le attività commerciali sulla base della minore produzione di rifiuti nei giorni di chiusura parziale o totale delle attività imposte da provvedimenti di legge e del minore afflusso di clientela previsto per l’intero 2020. Posticipazione prima rata Tari attività commerciali dal 30 aprile 2020 al settembre 2020, posticipazione della seconda rata al dicembre 2020 e posticipazione di quella di saldo ad aprile 2021; la diminuzione dell’aliquota Imu per il 2021 al proprietario di immobile che diminuisce entro i tempi stabiliti dal Comune secondo previsioni commissione speciale, il canone di affitto per le attività commerciali per almeno un anno dalla data di stipula dell’accordo”.

Fra le proposte anche “l’azzeramento Imu per il 2021 ai commercianti proprietari dei fondi nei quali mantengono l’attività per almeno un anno; il ricalcolo dell’importo complessivo Tosap 2020 per le attività che pagano il suolo pubblico a fini commerciali sulla base dei giorni di parziale o totale inutilizzo della concessione a seguito di provvedimenti di legge e del minore afflusso di clientela previsto per l’intero 2020. Posticipazione della prima rata Tosap per le suddette attività dal 30 giugno 2020 al settembre 2020, posticipazione della seconda rata entro dicembre 2020 e posticipazione della rata a saldo a marzo 2021. L’esonero dal pagamento o rimborso in caso di pagamento già effettuato di asili, mense, servizi pre/post scuola e trasporto scolastico per il periodo di chiusura delle attività didattiche imposte da provvedimenti di legge”.

Infine la richiesta è di “prevedere un contributo baby sitter previsto per il periodo di chiusura delle scuole da erogare secondo modalità stabilite dalla commissione per le famiglie con figli che per motivi lavorativi non abbiano la possibilità di accudirli e infine l’apertura della Ztl tutti i giorni fino a termine emergenza per consentire a coloro che hanno familiari da assistere e residenti in Ztl di farlo nei tempi più consoni alle loro esigenze”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.