Faraoni (Pd): “Bene le mascherine, ma bisogna pensare ora al dopo epidemia”

"Il Partito democratico è pronto a condividere le iniziative straordinarie dell'amministrazione Parrella"

La segretaria del Pd di Santa Maria a Monte, Patrizia Faraoni interviene facendo il punto sulla situazione nella comunità a seguito dell’epidemia da Coronavirus. In particolare sulle misure prese dall’amministrazione comunale in sostegno alle famiglie.

“La nostra amministrazione ha prelevato 15mila euro dal fondo di riserva, per poter acquistare 6mila mascherine da distribuire, una per nucleo familiare. Il dispositivo è lavabile e riutilizzabile per più volte. Invece altri 3mila euro serviranno per sostenere nuclei familiari in difficoltà con buoni spesa e pacchi alimentari. Certamente – continua Faraoni – è una buona iniziativa, ma riteniamo che la situazione in questo momento e purtroppo in futuro, sia così grave da rendere i bisogni futuri decisamente più grandi, ragione per cui questa misura non può e non potrà assolutamente bastare, 15mila euro sono poco più di un euro ad abitante”.

“Sollecitiamo – continua il vertice del principale partito di opposizione – l’amministrazione comunale a farsi carico della gravità della situazione in cui siamo precipitati e ad attivarsi in scelte più funzionali, oltre che sostanziali, al supporto dei propri cittadini che ora si trovano e si troveranno in grave difficoltà.
Pertanto la invitiamo a rivedere gli impegni di bilancio, presi in momenti diversi da quelli attuali, prevedendone altri che vadano nel supporto alle famiglie, a coloro che hanno perso il lavoro, a coloro la cui già fragile situazione ha subito un duro colpo. Insomma chiediamo di annullare eventuali spese previste per eventi che in questo momento possono essere considerati superflui, di posticipare impegni di spesa che in tempi normali potevano sembrare necessari e prevedere impegni finanziari di supporto alle famiglie, impedendo che la disperazione della gente possa dilagare, sfociando in azioni negative”.

“E’ importante pensare al momento attuale per garantire al massimo la salute e il contenimento del contagio con mascherine per tutti, – continua Faraoni – ma è importante anche che si pensi al dopo emergenza e alle situazioni in cui i nostri concittadini si verranno a trovare. L’amministrazione dovrà indirizzare le risorse per il sostegno alla popolazione e alle imprese del territorio, perché questi dovranno essere gli obiettivi primari del dopo emergenza e saranno per gli amministratori scelte obbligate che non lasceranno spazio ad altro .
Crediamo che la nostra amministrazione sia sensibile a questa immane problematica e diamo la nostra collaborazione per condividere iniziative, straordinarie e coraggiose, che vorrà adottare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.