Quantcast

Un esposto al prefetto per “ripristinare la piena legittimità democratica” a Fucecchio foto

Per Scipioni, Amato e Porciani della Lega, "Integrità delle istituzioni democratiche a rischio nel consiglio comunale"

“Ormai ogni seduta vede sistematiche e continue violazioni del regolamento del consiglio comunale da parte del presidente Padovani, con continue deroghe al suo ruolo di arbitro imparziale e un sindaco Spinelli che sistematicamente, mette in atto atteggiamenti di spregio della dignità personale dei consiglieri della Lega sia con attacchi personali con riferimenti alla vita privata, sia con continui riferimenti sarcastici al numero di voti conseguiti durante le recenti elezioni, che, secondo lui, non darebbero diritto a parlare a quei consiglieri ‘che hanno preso 50 voti’ rispetto alle migliaia da lui conseguiti”. Lo sottolineano Alessandro Scipioni segretario provinciale della Lega, Paolo Amato commissario politico della Lega sul territorio dell’Empolese Valdelsa e Gianmarco Porciani capogruppo in consiglio comunale a Fucecchio.

E aggiungono: “Nell’ultima seduta consiliare è stato fatto notare al sindaco che con tali parole si offendevano quei 50 cittadini che avevano espresso liberamente il loro voto, che venivano messi alla berlina come se avessero espresso il loro voto per le in modo sbagliato”.

Secondo la Lega, quindi, “Non bastava quanto accaduto nelle ultime sedute del consiglio comunale, dove le prerogative democratiche dei consiglieri della Lega Salvini Fucecchio sono state messe sistematicamente in pericolo dal comportamento assolutamente non imparziale del Presidente. Adesso apprendiamo che il sindaco Spinelli, di fatto, vuole mettere il bavaglio ai consiglieri comunali limitandone gli interventi”.

A Fucecchio, “Siamo di fronte ad un clamoroso tentativo di limitare e condizionare le prerogative delle opposizioni democratiche nel consiglio comunale di Fucecchio, attuato dal Pd locale mediante un attacco sinergico e sistematico che vede nel sindaco Spinelli e nel presidente del consiglio Padovani, i due attori principali”.

Commentando poi l’intervento di ieri (qui) gli esponenti della Lega aggiungono: “Adesso dobbiamo anche leggere di un Sindaco che, senza che il Regolamento consiliare (ovviamente…) lo consenta, vuole mettere il bavaglio alle opposizioni democratiche riducendo i tempi di intervento dei consiglieri. Siamo all’inizio di un pericolosissimo percorso di deviazione dalle regole democratiche? O è semplicemente un atteggiamento dovuto al panico per la perdita di controllo delle tante, forse troppe interconnessioni di cui deve tener conto l’Amministrazione diretta da Spinelli, in conseguenza allo stravolgimento operato dal contagio da covid 19 e in conseguenza dei numerosi, forse troppi, incarichi ricoperti dal Sindaco in questo periodo, tutti connessi in qualche modo con l’emergenza?

La situazione, comunque, è grave e bisogna fare qualcosa per la difesa delle libertà democratiche e delle prerogative dei consiglieri. Al riguardo, è stato appena inviato un esposto al Prefetto di Firenze, per invitarlo a mettere in atto tutte le azioni ritenute opportune per riportare la politica fucecchiese nell’alveo della piena legittimità democratica, censurando Padovani e Spinelli per il loro comportamento. La gente deve sapere, per rispondere ad una provocatoria affermazione fatta da Spinelli durante una seduta del Consiglio, che noi siamo coraggiosi davvero e difenderemo con ogni mezzo consentito la libertà e la democrazia all’interno delle Istituzioni del territorio, in nome di tutti i cittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.