Fondi per la bonifica dell’amianto, plauso di Pieroni e Nardini (Pd)

I consiglieri regionali: "La questione della sicurezza dei cittadini resta al primo posto"

Fondi per la bonifica dell’amianto nelle strutture pubbliche del territorio, arriva il plauso dei consiglieri regionali Pd del territorio.

“I soldi della Regione Toscana per interventi di bonifica dell’amianto sono un fattore molto positivo – ha affermato il consigliere regionale Pd Andrea Pieroni – e strutture pubbliche del nostro territorio potranno trarne beneficio. Lo stanziamento regionale è di oltre 10 milioni di euro in Toscana e riguarderà edifici scolastici e ospedali, 2 milioni e 630mila euro sono destinati a livello regionale ad interventi su 54 scuole e 7 milioni e 440mila euro ad interventi su 18 ospedali, la maggior parte da iniziare, alcuni in corso”.

“La questione della sicurezza dei cittadini – prosegue Pieroni – in questi casi di quelli più giovani in età scolare, oltre che dei lavoratori che giornalmente passano il tempo nelle strutture scolastiche e sanitarie, insieme a pazienti ed utenti, sono un aspetto prioritario”

Attenzione quella sull’amianto che è passata in questa legislatura dal consiglio regionale, grazie all’approvazione di linee guida che contengono i criteri per la rimozione e lo smaltimento di materiali provenienti anche da utenze domestiche.

Anche Alessandra Nardini esprime soddisfazione per le strutture pisane all’interno del piano per la bonifica dall’amianto varato dalla Regione .

Il piano di bonifica dall’amianto della Regione Toscana finanziato con oltre dieci milioni di euro – dice – riguarderà anche le scuole e gli ospedali del nostro territorio. Al presidio ospedaliero di Volterra e al distretto di Via Saragat a Pisa partiranno gli interventi di bonifica necessari a mettere in sicurezza le strutture. Saranno, inoltre, finanziati i progetti esecutivi per la scuola media Fucini, la materna Pertini e la materna Montebianco di Pisa, e i progetti definitivi per la secondaria di primo grado Antonio Pacinotti e della scuola primaria ascoli di Pontedera. Rientrano all’interno del piano anche i progetti di fattibilità tecnico-economica per l’Itcg Fermi (edificio nord) e per il liceo Montale (sede via Puccini) di Pontedera, la palestra scolastica Via Boni di Casciana Terme Lari, e  la scuola primaria Giusti di Ponsacco. Finalmente anche nel nostro territorio andremo a sanare una situazione ormai annosa che purtroppo riguarda edifici socialmente strategici come le scuole e gli ospedali: luoghi che in primis dovrebbero essere simbolo di efficienza e sicurezza”.

“Il piano, finanziato con le risorse che arrivano dal fondo di sviluppo e coesione, messe a disposizione del ministero dell’ambiente – conclude Nardini – è stato varato dalla giunta a seguito delle linee guida che abbiamo recentemente approvato in consiglio regionale. Con soddisfazione, dunque, andiamo a segnare l’inizio di un impegno politico preciso in materia ambientale, volto a sanare lesioni del passato investendo sulla sicurezza dei cittadini, delle alunne e degli alunni, e dei lavoratori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.