“Lavoro, meno tasse e burocrazia”: Salvini dal Poteco lancia Ceccardi “Sindaco della Toscana” fotogallery

"E' bello che gli imprenditori toscani cerchino la Lega per farsi ascoltare". Ceccardi: "Dobbiamo dare alla Toscana un altro passo"

Atteso per le 10, Matteo Salvini è arrivato a Santa Croce sull’Arno poco prima delle 11. D’altra parte il ritmo di oggi 23 giugno è serrato e a un quarto d’ora dalle 10 era in partenza da Lucca (qui). Troppo caldo per le felpe, dall’auto è sceso con la croce pisana sulla mascherina.

salvini e ceccardi al poteco santa croce sull'arno 23 giugno 2020

Quello di oggi, d’altra parte, non è un giorno qualsiasi: con Susanna Ceccardi ormai candidata ufficiale del centrodestra alla presidenza della Toscana (qui) inizia la corsa alla conquista della Toscana. Questa mattina, ad attendere a Polo Tecnologico Matteo Salvini e Susanna Ceccardi, oltre a una folla impaziente di farsi un selfie, c’era tutto lo stato maggiore degli industriali conciari: oltre a quelli di Santa Croce infatti è arrivato anche il presidente del consorzio di Ponte a Egola Michele Matteoli. Pochi minuti dopo sono arrivati anche l’ex presidente dei Conciatori di Santa Croce Alessandro Francioni e l’attuale Maila Famiglietti.

In questa strana campagna elettorale, che inizia d’estate e prova a recuperare in corsa quella già avviata dal candidato Eugenio Giani (qui).

E’ il comprensorio del Cuoio a fare da start a entrambe, anche se in modi completamente diversi: Giani ha dominato il Valdarno dall’alto della Rocca, Ceccardi ha preferito le stanze del Polo tecnologico conciario. “Vogliamo dare nuovo impulso al progetto Tubone” ha detto, arrivando puntualissima alle 10, a chi le chiedeva dell’inchiesta della magistratura sulla Sgs e sullo smaltimento del cromo esavalente – questo è un problema che nasce dal disimpegno economico della Regione Toscana sui progetti per la gestione dei rifiuti”.
“Siamo carichi di entusiasmo. Ci sono state tante sfide politiche impossibili nella mia storia ed eccone un’altra: espugnare la Toscana rossa. Con una campagna elettorale da combattere, con correttezza ma senza fare sconti. Per la ripartenza si sarebbe potuto fare di più. Un contributo lo possiamo già dare come opposizione, ma molto di più potremo fare se saremo forza di governo”. Guardando al futuro, “A Cascina ho rispettato le promesse fatte ai cittadini e per la Toscana del futuro vedo concretezza. Dobbiamo dare alla Toscana un altro passo“.

Poi Ceccardi ha ringraziato gli alleati di coalizione che, dopo un periodo in cui sembravano esserci delle riserve sulla sua candidatura unitaria, alla fine nelle ultime ore hanno sciolto i nodi e il centrodestra, almeno sulla carta, la sosterrà compatto nella corsa verso la presidenza della Regione.
“Sicuramente – ha detto Ceccardi a chi le chiedeva del programma elettorale – non aumenteremo le tasse ai toscani come non ho fatto quando ero sindaco di Cascina”.

Poi ha accennato, aspettando “il capitano”, al superamento del gap infrastrutturale e a una riforma della sanità in senso contrario a quella dell’assessore Saccardi. “C’è molto da lavorare – ha detto – per proporre ai toscani un vero e radicale cambiamento, visto che la Regione è come atrofizzata da decenni di malgoverno della sinistra. Più che le parole, i nostri toscani si aspettano fatti concreti che possano veramente andare incontro alle reali esigenze dei cittadini, specialmente in un momento così drammatico. Più che i proclami, tanto cari al Pd, serve, impegnarsi al massimo per rivitalizzare una Toscana che ha bisogno di una vera e propria cura ricostituente”.

“Lavoro, lavoro, lavoro, meno tasse e meno burocrazia” il programma per la Toscana di Matteo Salvini, con una visione “bella, moderna, efficiente e fondata sul lavoro. E’ bello che gli imprenditori toscani cerchino la Lega per farsi ascoltare. Susanna è stata un ottimo sindaco e per la Toscana ha le idee ben chiare e sarà un ottimo sindaco della Toscana“.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.