Quantcast

Testai e Ramello: “A Fucecchio sgravi fiscali solo grazie a Forza Italia”

Il gruppo consiliare fa ritirare la delibera sul regolamento Imu per "gravi carenze"

A Fucecchio sgravi alle tariffe solo grazie a Forza Italia“. A dirlo è il gruppo consiliare composto dal capogruppo Simone Testai e da Sabrina Ramello.

“L’emergenza economica in atto – dicono – richiede che anche i Comuni, prevedano in maniera rapida le iniziative per il sostegno all’economia locale, alle famiglie, alle imprese e lavoratori autonomi, e per questo nel consiglio comunale del 26 giugno Forza Italia, come sempre unica forza politica in grado di sostenere un confronto paritario in termini di argomenti e di proposte a quella che è una classe politica ed amministrativa ormai adagiata su posizioni autoreferenziali, ha fatto ritirare il regolamento Imu per gravi mancanze nel recepimento di atti di indirizzo polititico del consiglio comunale stesso“.

“La nostra osservazione – prosegono Testai e Ramello – derivata da un’attenta analisi del regolamento sottopostoci e delle delibere già approvate dallo stesso consiglio comunale, che ha portato alla luce una grave carenza del regolamento oggetto di approvazione; infatti risultava mancante del recepimento di una importante delibera di consiglio comunale, la numero 20 del 10 aprile 2018, a seguito di nostra mozione (approvata all’unanimità dal consiglio comunale in tale data). Tale mozione prevedeva tra le altre cose la modifica del regolamento Imu per definire gli sgravi per chi installasse videosorveglianza come previsto dall’allora decreto Minniti“.

“Il ritiro del regolamento Imu ha creato anche un piccolo caso in casa Pd – spiegano da Forza Italia – dove il capogruppo voleva votare nonostante questa carenza, ed il sindaco, che ha dovuto convincere il gruppo Pd a ritirarlo, proprio in virtù di una grave mancanza che lo stesso avrebbe dovuto, come primo responsabile dell’amministrazione ricordarsi di far inserire agli uffici nel testo in adozione. Questo episodio, ci fa ancora una volta ricordare che questa maggioranza veterocomunista, è la solita che prevede spese superflue (vedi gli ispettori ambientali), e non riesce mai ad adottare sgravi fiscali in favore dei cittadini, a testimonianza ne è anche l’aumento Irpef e questa ultima svista”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.