“Gli eletti devono stare fuori ad ascoltare”, la Lega si prepara a “scrivere la storia delle Toscana”

Pasqualino presenta i responsabili delle segreterie del Cuoio

“Abbiamo l’onore e l’onere di rappresentare il primo partito in Italia così come nel Comprensorio (vedi le ultime tornate europee). Ecco perché è importante avere una struttura solida capace di rispondere alle esigenze territoriali in modo tempestivo”.

Così il commissario per la Lega zona Cuoio Giovanni Pasqualino presenta i responsabili del comprensorio del Cuoio nelle segreterie cittadina e “gli auguro buon lavoro”.

La Lega nel comprensorio del cuoio, in questi ultimi mesi spiega Pasqualino “è cresciuta in modo esponenziale grazie al lavoro costante e scrupoloso dei nostri consiglieri che, anche da eletti, come nostro modus operandi, girano in lungo e largo il proprio territorio di appartenenza ascoltando i cittadini e partecipando con molta dedizione a tutti i gazebo Lega.

Questa, infatti, è una nostra particolarità che ci differenzia da tutti gli altri partiti: per noi, gli eletti devono stare fuori dai palazzi ad ascoltare e appuntare tutte le istanze. A Pisa, ad esempio, il sindaco Michele Conti partecipa costantemente ai nostri banchetti settimanali, un punto di riferimento per i pisani che possono scambiare due parole col proprio primo cittadino o con i nostri Deputati anche fuori dalle Istituzioni.

Ovviamente, non possiamo non riconoscere che il nostro successo è frutto, soprattutto, del fantastico lavoro dei nostri militanti a cui va il mio personale ringraziamento. Militanti che pur di portare avanti il nostro progetto e i nostri valori, tolgono del tempo alle proprie famiglie e, anche a 40 gradi sotto il sole, organizzano raccolte firme, tesseramenti e punti di ascolto per i cittadini, quei cittadini che ripongono in noi la loro fiducia, le firme raccolte lo scorso week end e i nuovi tesseramenti ne sono la conferma.

Tutto ciò, sicuramente, ci carica moralmente ma, nello stesso tempo, ci responsabilizza, ci aspettano due mesi di dura campagna elettorale, purtroppo la pandemia ci ha bloccati per un po’ ma siamo ripartiti più carichi di prima, tutti con un unico obiettivo, quello di scrivere la storia in Toscana mandando a casa Partito Democratico e affini”.

A Santa Croce sull’Arno, i riferimenti sono Valentina Fanella (Responsabile Gruppo), Cristina Valenti (Responsabile Organizzativo), Silvia Soldani (Responsabile Tesseramento), Alessandro Lambertucci (Responsabile Amministrativo) e Grazia Nunziato (Responsabile comunicativo).

A San Miniato ci sono Nunzio Ditta (Responsabile Gruppo), Riccardo Ganni (Responsabile Organizzativo), Silvia Maestrelli (Responsabile Tesseramento), Beatrice Calvetti (Responsabile Amministrativo), Federico Gregorini (Responsabile Comunicativo).

A Montopoli Valdarno Silvia Squarcini (Responsabile Gruppo), Tiziano Del Bene (Responsabile Tesseramento), Lara Reali (Responsabile Amministrativo), Francesco Salucci (Responsabile Organizzativo), Cristiano Bertagni (Responsabile Comunicativo) e a Santa Maria a Monte Gianpaolo Dini (Responsabile Gruppo) e Romano Nieri (Responsabile Organizzativo e Tesseramento).

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.