Variante di San Pierino, Lega: “Ennesima passerella elettorale del Partito Democratico”

I capigruppo dell'Empolese Valdelsa: “La fine dei lavori è ancora lontana”

“Siamo d’accordo con la nostra candidata alla presidenza della regione Toscana, Susanna Ceccardi, quando parla di storico ristagno delle infrastrutture in Toscana. In questo ristagno ci rientra anche la Sr 429”. Così la Lega Toscana dice la sua sulla Sr 429 e lo fa con le parole di alcuni capogruppo: Susi Giglioli capogruppo a Castelfiorentino, Marco Cordonec consigliere nazionale Anci, Andrea Picchielli Capogruppo a Empoli, Damiano Baldini a Certaldo, Marco Manuelli a Gambassi Terme.

“Sarà quindi nostro interesse – hanno detto gli esponenti della Lega – coinvolgerla in vista delle prossime elezioni regionali sulle criticità e sul percorso di conclusione di questa importante infrastruttura che ricordiamo essere ancora lungo: addirittura si parla del 2024 per il terzo e ultimo lotto che collegherà a Certaldo. Quello a cui abbiamo assistito pochi giorni fa, classificato come ‘sopralluogo’ non aggiunge niente di nuovo a ciò che sapevamo già e che rinvia l’apertura del quarto Lotto a fine ottobre 2020 ma consente allo stato maggiore del Partito democratico regionale e valdelsano, di fare l’ennesima passerella prima delle imminenti elezioni regionali, dichiarando che la conclusione della 429 bis sarà merito dell’attuale legislatura. Lo sa bene il nostro consigliere nazionale Anci, Marco Cordone che segue l’evolversi della vicenda da vent’anni, quante legislature si sono occupate di quella strada (i primi mesi del 2014, Cordone fu chiamato anche nell’apposita Commissione regionale per un’audizione)”.

“Tutti pronti quindi – continuano i leghisti – ad accaparrarsi i ‘meriti’ di un pezzo di una strada ancora in fase di costruzione da almeno 40 anni, che ha segnato l’economia del territorio e che, alla rotatoria conclusiva di Case Nuove, non prevede neanche il collegamento per l’ultimo tratto che dovrà arrivare a Certaldo, anzi per la realizzazione di poco più di 5 chilometri, si rimanda al 2024. La situazione è ancora più comica se si considera che, tra foto e autocelebrazioni da una parte il Pd si esibisce nella solita propaganda elettorale, mentre dall’altra due gruppi di residenti, Rimorti e Badia a Cerreto, da tempo stanno manifestando per problematiche connesse alla conclusione del tratto stradale in fase di realizzazione e alla sicurezza stradale che ne deriva, a cui non sono state date risposte adeguate neanche durante il sopralluogo. Raccogliamo quindi i solleciti mossi dai cittadini residenti, considerato che sulle essenziali barriere fonoassorbenti esistono normative specifiche che approfondiremo nei confronti di un interesse pubblico che è quello della cittadinanza tutta, informando della questione la nostra candidata Susanna Ceccardi. Concludiamo il nostro intervento, auspicando che in futuro, si possano coinvolgere anche le opposizioni consiliari, per quanto riguarda i sopralluoghi a quelle infrastrutture in fase di esecuzione su cui converge l’interesse di tutti per una efficace, sicura e veloce realizzazione.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.