Quantcast

“Totale disinteresse del Comune” e per le attività economiche si attiva il Centrodestra

"Abbiamo scritto a Ccn e associazioni di categoria per pensare un rilancio"

“Il sindaco e la giunta ad oggi non solo non hanno trovato risorse, ma non hanno nemmeno risposto alle nostre sollecitazioni a interpellare le categorie economiche per trovare soluzioni comuni e condivisibili alle attuali problematiche. Visto il totale disinteresse, quindi, proprio ieri 24 luglio abbiamo scritto alle varie associazioni (comprese Ccn, Confesercenti, Cna, Confcommercio) alle quali chiediamo proposte direttamente attuabili dall’amministrazione per il sostegno e il rilancio del tessuto economico”. La lettera arriva dai consiglieri comunali del Centrodestra Fucecchio Simone Testai e Sabrina Ramello.

“Il lassismo – spiegano i consiglieri – con cui l’amministrazione pensa alle attività commerciali, va di pari passo all’impegno nel valorizzare e sostenere il decoro del centro storico. L’amministrazione con a capo Spinelli che ormai da oltre un decennio è esponente di spicco del Pd locale, dimostra uno spiccato disinteresse nel valorizzare il nostro centro storico e centro commerciale naturale, contribuendo al disinteresse a frequentare le vie dello shopping fucecchiese da parte di chi potrebbe contribuire al sostentamento delle attività economiche e che resta reticente per non dover affrontare un percorso ad ostacoli, tra sporcizia, bici che sfrecciano nelle piazze e pallonate impazzite soprattutto in piazza Montanelli che avrebbe dovuto dopo la riqualificazione rappresentare motivo di rilancio del centro.

La stessa amministrazione, ha provveduto a porre cartelli che regolano il buon vivere nelle piazze pubbliche, peccato che non è capace di far rispettare le stesse prescrizioni che ha imposto, per mancanza di polizia locale che ha ceduto all’Unione favorendo di fatto la cittadina empolese ritenuta dal Pd, anagraficamente e politicamente più importante di Fucecchio.

Di questo ne è dimostrazione la mancata partecipazione per contributi a sostegno degli investimenti per le infrastrutture per il turismo e il commercio e per interventi di micro qualificazione dei Centri Commerciali Naturali, che la Sviluppo Toscana, società in house della regione Toscana, bandisce ogni anno sia per Ccn che per Comuni.

In questo grave momento di crisi causato dal covid 19, come forza politica non ci fermiamo alla sterile polemica, ma abbiamo ottenuto con voto unanime del consiglio comunale la possibilità di valutare azioni a sostegno delle attività e l’impegno della giunta ad individuare in bilancio risorse da destinare alle attività e alle famiglie”.

Dimostrando che “Seppur da minoranza, facciamo la nostra parte, non ci siamo solo per la campagna elettorale, ma cerchiamo di essere presenti soprattutto nel momento del bisogno. Noi non illudiamo con promesse elettorali, per poi tradirle”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.