Centrodestra Fucecchio: “Per la Maggioranza apertura, senso di responsabilità e partecipazione sono solo parole”

"Vuole essere la prima donna" ma servono "misure straordinarie e innovative di contrasto al declino economico"

“Spinelli vuole essere la prima donna, l’uomo solo al comando, il detentore della verità assoluta, quello che prima rincorre le persone con i droni e fa partacce a poveri pensionati in fila al supermercato e poi scende in piazza per promuovere l’apertura delle attività in contrasto con il suo stesso governo. Spinelli, così come la maggioranza, esprime solo a parole apertura e senso di responsabilità e partecipazione istituzionale delle forze di minoranza, non applica le delibere di consiglio e fa di tutto per non far sapere che le azioni intraprese a sostegno delle attività e delle famiglie, sono quelle suggerite proprio dal gruppo Forza Italia“. Lo sottolineano i consiglieri comunali del Centrodestra Fucecchio Simone Testai e Sabrina Ramello.

Che, nonostante questo, si dicono “disponibili ed esigiamo la partecipazione in rispetto della delibera consiliare, perché siamo consapevoli che occorrano misure straordinarie e innovative di contrasto al declino economico che si sta prospettando e che dubitiamo che questa giunta abbia le capacità ed il carattere di concepire”.

I consiglieri chiedono al sindaco Alessio Spinelli e alla sua giunta di svolgere “il mandato affidatogli del consiglio comunale se lo sanno fare, evitando la solita propaganda autoreferenziale. Spinelli come suo solito non perde mai l’occasione per dire solo la sua versione dei fatti, senza essere obiettivo e franco nei confronti dei cittadini”.

Di qui l’invito: “Dica Spinelli se non è stata Forza Italia con i sottoscritti consiglieri Simone Testai e Sabrina Ramello a presentare il 16 di marzo una mozione dove impegnava l’amministrazione al sostegno delle attività e delle famiglie.
Dica Spinelli se a seguito di quella mozione il consiglio comunale ha approvato all’unanimità la delibera 23 del 30 aprile nella quale si impegnava ‘a convocare urgentemente la Commissione comunale per la sicurezza urbana estesa ai Capigruppo dei Gruppi consiliari attualmente privi di rappresentanza in suddetta commissione, allo scopo di avviare un confronto fra l’Amministrazione comunale e i rappresentanti di tutte le forze politiche per analizzare gli effetti del covid 19 sul nostro contesto comunale e valutare le iniziative a sostegno di famiglie e tessuto produttivo’.

Dica se il sindaco ha svolto questo confronto, se al di là della commissione convocata il 19 maggio per parlare dei regolamenti urbano e rurale, ha mai convocato un’altra commissione per parlare di quanto proposto dal consiglio comunale.
Dica Spinelli se ha fatto niente di tutto questo.

E allora accampi pochi pretese e poche scuse, non si celi dietro formalismi e scuse politiche, qui il fatto è che Forza Italia ha fatto proposte concrete fin dall’inizio della crisi covid e fin da subito a dimostrato senso di responsabilità e delle istituzioni, porgendo la massima collaborazione all’amministrazione e ottenendola dal consiglio comunale con la delibera del 30 aprile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.