Investimenti e agevolazioni, il piano anticrisi di Fucecchio

Dalla scuola alla sanità territoriale, ecco l'impegno dell'amministrazione nella variazione di bilancio

Investimenti su scuola, sanità e manutenzioni e uno sforzo corposo per ridurre la pressione fiscale. La variazione di bilancio approvata giovedì scorso dal consiglio comunale di Fucecchio si muove su queste due direttrici. Centinaia di migliaia di euro verranno investiti per migliorare la qualità degli edifici scolastici ma anche per modernizzare servizi e presidi sanitari. Di pari passo, inoltre, l’amministrazione comunale ha operato una riduzione delle aliquote Imu e ha previsto agevolazione per le imprese colpite dal lockdown con riferimento alla Tari (tariffa sui rifiuti), oltre ad altre operazioni minori sempre in materia fiscale.

Questi investimenti, nonostante le minori entrate causate dalla pandemia, sono state possibili perché il Comune di Fucecchio ha previsto alcune riduzioni di spesa e ha rinegoziato i propri mutui bancari.

Vediamo nel dettaglio gli investimenti principali.

SCUOLA

L’amministrazione comunale ha ricevuto dal Ministero dell’Istruzione 110 mila euro come quota spettante in relazione alla popolazione scolastica e 140 mila euro per l’adeguamento dei sistemi antincendio delle scuole primarie Pascoli e Carducci. A queste cifre il Comune di Fucecchio ha aggiunto dal proprio bilancio ben 195 mila euro per finanziare una serie di opere importanti che miglioreranno molti edifici scolastici del territorio.

MANUTENZIONI

Il Comune ha stanziato 100 mila euro per un programma di potatura e messa in sicurezza delle alberature su varie strade del territorio. Altri 100 mila euro invece saranno impiegati per le manutenzioni di alcuni immobili pubblici, in particolare la piscina intercomunale, il magazzino del cantiere comunale e in parte anche per il palazzo comunale.

PRESIDI SANITARI

70 mila euro sono, invece, stati stanziati per la ristrutturazione dell’ambulatorio medico e dei prelievi situato nella frazione di Massarella. La struttura verrà modernizzata e migliorata strutturalmente. All’esterno sarà creato anche un collegamento pedonale in sicurezza con piazza XXIII Agosto.

ALTRI PROGETTI

La manovra finanziaria contiene anche la previsione di spesa di 50 mila euro per realizzare il progetto esecutivo dell’allargamento della Strada Regionale 436 dalla rotatoria di San Pierino fino a viale Marconi a San Miniato Basso. Una recente delibera regionale ha approvato il protocollo d’intesa che riconosce al Comune di Fucecchio il ruolo di stazione appaltante per la realizzazione dell’opera. La Regione Toscana investirà 1,5 milioni di euro per realizzare il primo stralcio dell’opera che prevede anche una pista ciclopedonale.

In opere tecnologiche saranno investiti 94 mila euro: 53 mila serviranno per rendere i servizi dell’amministrazione ancora più efficienti attraverso l’ammodernamento dei sistemi informatici mentre 41 mila verranno spesi per la realizzazione del progetto regionale della videosorveglianza, in parte realizzato con un contributo regionale (25 mila euro) e in parte con l’avanzo di bilancio comunale.

Uno sforzo, come detto, l’amministrazione comunale l’ha compiuto anche nella riduzione dei tributi locali. Nella manovra sono stati previsti 125 mila euro per agevolazioni relative alla Tari (tariffa sui rifiuti). Ci saranno riduzioni sulla parte variabile della tariffa per quelle aziende e attività rimaste chiuse nel periodo del lockdown e riduzioni sia sulla parte fissa e sia variabile della Tari per gli ambulanti delle aree mercatali.

Anche sull’Imu l’amministrazione comunale ha previsto significative riduzioni: l’aliquota sarà ridotta del 50% per le attività commerciali di nuovo avvio su immobili già esistenti mentre per i fabbricati industriali il Comune rinuncia alla sua quota, i proprietari così verranno soltanto la parte destinata allo Stato. Altri tipi di detrazione sono stati previsti per coloro che installeranno sistemi di videosorveglianza e per i genitori che cederanno in comodato gratuito un immobile ai figli. L’Imu sarà invece azzerata per le persone anziane o disabili che sono costrette al trasferimento in una residenza sanitaria assistita.

 

“Sono investimenti che guardano al futuro – commenta il sindaco Spinelli – e misure di buon senso che vogliono aiutare famiglie e aziende in un periodo difficile come questo. In un momento di crisi come quello attuale ci vuole un bel coraggio a non votare a favore di un pacchetto di misure che vanno incontro alle necessità dei cittadini. Alle nostre opposizioni questo coraggio non è mancato e puntualmente sono rimaste dall’altra parte della barricata nonostante si investano risorse in scuole, ambulatori e manutenzioni. Oltretutto l’amministrazione comunale ha avuto anche la lungimiranza di lasciarsi a disposizione 365 mila euro di avanzo libero – una sorta di piccolo tesoretto – per spenderlo nei prossimi mesi per altre necessità che potrebbero emergere in futuro in vari settori, penso ad esempio ancora alle scuole, ma anche nel sostegno al terzo settore e alle imprese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.