“Un’amministrazione che tollera l’intollerabile”, Casapound contro Deidda dopo il ritrovamento delle carcasse

"Guarda caso a pochi giorni di distanza dalla Pasqua islamica"

“Le segnalazioni relative a degrado e abbandono rifiuti da parte di cittadini esasperati del territorio di Santa Croce non si fermano praticamente mai: la montagna di mobili lasciati in strada in via Cansani o in via Pisacane sono solo alcuni degli ultimi esempi”. Queste le parole del gruppo di Casapound dopo che a Santa Croce sull’Arno sono state ritrovate delle carcasse di pecora chiuse in sacchi della spazzatura abbandonati lungo la strada. La denuncia era partita dal consigliere di minoranza Alessandro Lambertucci.

“Ma – continuano da Casapuond – quello che è stato trovato stamattina vicino al cimitero di Santa Croce è abominevole: sacchi di immondizia con resti di pecore abbandonati in strada, guarda caso a pochi giorni di distanza dalle celebrazioni della Pasqua islamica.

Vogliamo quindi denunciare questo ennesimo scempio al fine di far venire a galla l’assenza e l’incompetenza di un’amministrazione comunale che tollera l’intollerabile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.