Regionali, i nomi della Lega. Meini: “Voglio portare il cambiamento”

Fra i candidati oltre alla presidente del Consiglio di Cascina la consigliera comunale di San Miniato Beatrice Calvetti

Elena Meini, 33 anni, pisana, presidente del consiglio comunale del Comune di Cascina per quattro anni, segretaria della Lega a Cascina è tra i candidati come consiglieri regionali della Toscana. La benedizione ufficiale c’è stata proprio ieri (8 agosto). Teatro, il palco di San Vincenzo dove si è tenuta la festa provinciale della Lega. E’ stato proprio il segretario nazionale del Carroccio Matteo Salvini a nominare gli otto candidati, tra cui appunto figura anche Elena Meini.

Elena Meini è nata e cresciuta a Cascina, diplomata in ragioneria, dal 2018 segretario comunale della Lega, sezione di Cascina. Da sempre ha avuto grande passione per la politica con un occhio di particolare riguardo per quello che concerne le politiche familiari, i più deboli e chi crea lavoro. In questi anni Elena ha presieduto il consiglio comunale di Cascina portando avanti tematiche importanti quali quello della famiglia che deve essere uno dei temi più importanti da affrontare. Elena infatti è anche mamma del piccolo Elia, 22 mesi.

La famiglia in primo piano. “La famiglia è alla base della nostra società. In questi anni di governo della Lega a Cascina mi sono fatta portavoce di molte iniziative, tra cui i parchi accessibili a tutti, la lotta al bullismo e la lotta al degrado. Non ho mai avuto paura di sporcarmi le mani, credo che un politico debba daresempre il buon esempio ai cittadini”

La scelta di candidarsi. Elena Meini spiega il perchè della sua candidatura come consigliere regionale: “La mia candidatura alle prossime elezioni regionali nasce dalla voglia di cambiamento per la Toscana. La voglia di dimostrare che esiste un altro modo di vedere e di fare politica. In questi anni ho avuto modo di dimostrare la mia semplicità, il mio impegno e la mia costanza per il Comune di Cascina e voglio aver modo di dimostrarlo anche a livello regionale, andando a rappresentare la Provincia e non solo. Nel 2018 avevo rinunciato al posto in lista per le politiche perché non volevo abbandonare il mio territorio. dove ero stata eletta, non volevo abbandonare la mia gente. Adesso è arrivato il momento di scendere in campo!!! La gente, i nostri concittadini, sono stanchi delle vecchie logiche di partito e della vecchia politica. Serve altro. Dopo l’emergenza Covid-19, sono in pochi a credere ancora nella politica e hanno bisogno di qualcuno che gli trasmetta fiducia e serietà. Serve un rinnovamento, una ventata di aria fresca e nuova per dire basta alle pratiche di sinistra della spartizione delle poltrone e degli interessi dei massimi sistemi che dura ormai da settant’anni in Toscana. Ci deve essere un pensiero per i lavoratori, per il piccolo e medio imprenditore e per chi un lavoro non ce l’ha. Turismo, sicurezza, commercio, sanità di eccellenza, agricoltura di qualità, infrastrutture primarie, la tutela del nostro Aeroporto di Pisa demolito negli anni del Governo della Sinistra. Ambiente e ascolto dovranno tornare in primo piano e su questi tavoli dobbiamo giocarci il nostro futuro, ma con concretezza, presenza e impegno. Io, se gli elettori vorranno darmi questa possibilità ce la metterò tutta, con la forza che ho dimostrato nel mio Comune, da donna, da madre e da amica di tutti i cittadini che avranno bisogno di me”.

Gli altri nomi della Lega per la provincia di Pisa sono la consigliera comunale di San Miniato Beatrice Calvetti, l’assessore al sociale di Pisa Gianna Gambaccini, il consigliere comunale del capoluogo Alessandro Bargagna, la capogruppo in Consiglio a San Giuliano Terme Ilaria Boggi e il commissario del Comune termale Giovanni Frullano. Chiudono la lista il consigliere provinciale della Lega Gabriele Gabriellini e il consigliere comunale di Ponsacco Antonio Pericle Tecce.

Tra i candidati a consigliere in Toscana, c’è anche il consigliere comunale di Fucecchio Leonardo Pilastri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.