Concorso per vigili urbani, “Perché Ammannati non è in commissione?”

Il consigliere Oliveri annuncia un'interrogazione

In commissione ci sono “il comandante di San Miniato in qualità di presidente con altri due componenti della polizia municipale dell’Unione dei Comuni Circondario Empolese (di cui una donna per garantire le pari opportunità) e due membri esperti, di cui una per la sola prova orale di lingua straniera e l’altro per la sola prova di informatica. In questa commissione, l’unico assente è il comandante della polizia municipale di Santa Croce sull’Arno Sandro Ammannati“.

La commissione è quella per scegliere 16 nuovi vigili urbani (qui) e a notare l’assenza è il consigliere comunale di Santa Croce sull’Arno Vincenzo Oliveri (Asma).

“Martedi mattina 25 agosto – racconta il consigliere comunale -, all’interno del PalaParenti di Santa Croce sull’Arno, si sarebbe dovuta svolgere una prova pre selettiva per i 723 candidati ammessi a partecipare al concorso per l’assunzione di 16 vigili urbani, a tempo indeterminato, che avrebbero preso subito il posto nei Comuni della zona: 3 a Santa Croce sull’Arno, 11 per il circondario Empolese Valdelsa, 1 a San Miniato e 1 a Montopoli Val d’Arno. Di questi 723 aspiranti vigili a seguito della prova pre selettiva ne sarebbero stati ammessi 250 alla prova scritta. Di fatto, forse anche per aver scelto una data sbagliata nel pieno del mese di agosto, si sono presentati solo 214 candidati, per cui la commissione ha deciso e ha ammesso di diritto tutti i presenti alla prova scritta che si svolgerà il giorno 1 settembre, sempre al PalaParent, senza far svolgere loro la prova selettiva con un quiz a risposta multipla.

Come ex ispettore di vigilanza in forza al comando della polizia municipale di Santa Croce sull’Arno per ben 28 anni e oggi come consigliere del gruppo Per un’altra Santa Croce, faccio presente che con la determina 822 dell’11 novembre 2019 è stato approvato il bando di concorso pubblico per soli esami per la copertura di 16 posti a tempo pieno e indeterminato di istruttore di vigilanza, categoria C per i comuni di Santa Croce sull’Arno, Montopoli Valdarno, San Miniato e Unione dei Comuni Circondario Empolese e con la determina 459 del 10 luglio 2020 dell’ufficio personale del comune di Santa Croce sull’Arno è stata costituita la Commissione avendo ricevuto dai Comuni di appartenenza le relative autorizzazioni”.

Commissione nella quale, il comandante Ammannati è assente. “Come consigliere comunale – prosegue Oliveri – chiedo al sindaco Giulia Deidda e all’assessore alla polizia municipale Elisa Bertelli se sono a conoscenza del perché non è stato inserito nella commissione e il motivo della sua esclusione, visto che il concorso era stato inizialmente bandito proprio dal comune di Santa Croce sull’Arno, che ha provveduto a tutta l’organizzazione e solo in un secondo momento si sono aggregati gli altri comuni. Da che mondo è mondo, quando c’è un concorso all’interno di un comune, il presidente della commissione è sempre stato un dipendente interno (escluso per alcune eccezionalità).

Sandro Ammannati è da 23 anni al comando della polizia municipale di Santa Croce sull’Arno e tutte le volte che si è svolto un concorso per vigili urbani è stato nominato sempre presidente e ogni volta lo ha portato a termine in modo perfetto. Perché questa volta non è avvenuto? La commissione, per quello che mi risulta, non deve essere obbligatoriamente composta da 3 membri, pertanto poteva essere tranquillamente allargata se si voleva che due membri del Circondario Empolese ne facessero parte. Inoltre avendo Ammannati la qualifica di posizione organizzativa nell’Uo Polizia Municipale, il lavoro che avrebbe svolto, anche fuori orario, all’interno della commissione, non avrebbe comportato alcun costo aggiuntivo per l’ente.

Non credo che in questo modo il comune di Santa Croce abbia dato una bella immagine di sé, soprattutto nei confronti di Sandro Ammannati e di tutto il comando dove ho avuto l’onore di lavorare per quasi 30 anni. Al prossimo consiglio comunale presenterò un’interrogazione per conoscere i motivi di tale esclusione”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.