Mallegni ‘sfida’ anche Lega e lista civica: “A noi il voto dei moderati”

Il senatore azzurro cita Salvini: "Dove abbiamo governato lo abbiamo fatto bene senza suonare campanelli o calci in culo"

Continua incessante la campagna elettorale di Massimo Mallegni, neocommissario regionale di Forza Italia, per le regionali. Oggi il senatore azzurro era ad Aulla.

“Il movimento politico di Forza Italia – dice – è l’unico il cui leader è stato prima cancellato dal Senato e poi cacciato dalla politica attiva. Su tutto il territorio fino a oggi ci ha tirato Silvio Berlusconi, oggi spetta a noi avere la voglia di tirare per mantenere questo contenitore importante, necessario, che ha una tradizione laica, socialista, democristiana, repubblicana, socialdemocratica… quel mondo lì. Quelle persone lì che in Forza Italia trovavano il loro punto di riferimento e che in molte oggi non vanno a votare”

“Non votano la sinistra che non ha mantenuto nemmeno una parola data, ma nemmeno a destra – prosegue Mallegni – Il nostro compito è tornare punto di riferimento. Moderati, con l’equilibrio e determinazione che ci distinguono. Dove abbiamo governato abbiamo ottenuto risultati importanti senza prendere a calci nessuno, senza urlare e senza suonare i campanelli”.

“Paese strano – ha aggiunto – La maggioranza degli italiani ha votato centrodestra e governa il centrosinistra. In Toscana questo non potrebbe accadere: qui chi prende un voto in più è maggioranza. Voi dovete decidere cosa volete fare. Per cui se siete contenti di pagare la Tari e se vi vanno bene i servizi che avete, dovete votare a sinistra: per favore… Altrimenti qui ci sono persone serie, che vivono il territorio quotidianamente e ne conoscono i problemi veri di viabilità, di sviluppo e di occupazione. Lasciate perdere i civici: fate una bella croce su Forza Italia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.