Quantcast

Autovelox e illuminazione, le richieste della Lega per via 24 Maggio: “Non sono cittadini di serie B”

“Un banale inconveniente può trasformarsi in una spiacevole esperienza”

“Coloro che hanno necessità di transitare sulla strada provinciale 39, conosciuta anche come via 24 Maggio, nel tratto che collega La Serra a San Lorenzo (comune di Montopoli) è consigliabile lascino un messaggio ad un amico o ad un familiare comunicando che percorreranno quel tratto di strada, precauzione indispensabile se si pensa di effettuare il tragitto nelle ore serali”. È il consiglio della sezione della Lega di San Miniato, che interviene sulla sicurezza stradale della frazione.

“Questa precauzione – hanno detto i consiglieri – è necessaria poiché fino a San Lorenzo la strada manca di dissuasori ed autovelox, è percorsa a velocità sostenuta sia da autoveicoli che da mezzi pesanti, è priva di qualsiasi illuminazione artificiale e di attraversamenti pedonali e, infine, la rete dei telefoni cellulari è completamente assente. Un banale inconveniente, come la foratura di una ruota o un piccolo guasto meccanico, può trasformarsi davvero in una spiacevole esperienza. Eventi peraltro non rari, come testimoniano gli abitanti del posto. Gli sfortunati accidentati devono ringraziare gli abitanti di via 24 Maggio che, non di rado, hanno aperto le loro case per consentire agli stessi di effettuare una telefonata di soccorso con l’utilizzo della rete telefonica fissa, unico servizio funzionante. Ma se a suonare il campanello di una famiglia di persone anziane, una sera nel buio più totale della strada, non fosse uno sfortunato viaggiatore bisognoso di aiuto ma un malintenzionato?”.

“Sembra – spiegano ancora dalla Lega – che i soggetti preposti alla manutenzione della strada abbiano attribuito la non fattibilità dell’installazione di lampioni in via 24 Maggio al fatto che la loro presenza renderebbe necessaria anche la collocazione di guardrail. Se così fosse, qualcuno dovrebbe spiegare agli abitanti del posto il motivo per cui a San Lorenzo (comune di Montopoli), sulla stessa tipologia di strada e a poche centinaia di metri, sono presenti i lampioni ma non i guardrail. Sembra assurdo che nel terzo millennio, in un mondo in cui si parla di digitalizzazione, alta tecnologia, transizione ecologica ed energetica, esistano ancora zone completamente abbandonate e prive dei servizi essenziali. Invitiamo l’amministrazione comunale a prendere in seria considerazione i reiterati appelli presentati negli anni dagli abitanti di via 24 Maggio i quali avendo le loro abitazioni in zona periferica del Comune non devono essere considerati cittadini di serie B ma cittadini che hanno gli stessi diritti di coloro che vivono nelle zone più centrali e densamente abitate”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.