Quantcast

Poste, Cordone interroga il sindaco sugli uffici di periferia

Per chiedere un'apertura più ampia nella settimana

“Quali concrete iniziative intende mettere in atto il Comune da lui amministrato, anche di concerto con altri partner istituzionali, per arrivare ad avere un’apertura più ampia degli uffici postali del territorio e nella fattispecie di Galleno, Massarella e Querce, aperti solo tre giorni alla settimana”. Nel consiglio comunale di Fucecchio di stasera 31 marzo, con un’interrogazione, lo chiederà al sindaco Alessio Spinelli il consigliere comunale della Lega Marco Cordone.

Lo chiede anche “dato che sia lo sportello del capoluogo che quello di Ponte a Cappiano sono aperti tutti i giorni. Perdurando dette criticità, si creano grosse difficoltà a tutta quella popolazione anziana che usufruisce dei servizi postali e si determinano i presupposti per un aumento del rischio assembramenti negli uffici che rimangono aperti. E’ dal 2014 che come consigliere nazionale dell’Anci seguo le problematiche legate agli orari ridotti degli uffici postali, per cui durante questi ultimi anni, si sono interessati anche i consiglieri regionali Elisa Montemagni, Marco Casucci e Elisa Tozzi.

Partendo dal presupposto che il personale di Poste Italiane durante questo periodo di pandemia deve poter lavorare in sicurezza, si deve cercare di venire incontro ai sacrosanti diritti degli utenti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.