Quantcast

Cordone sotto accusa dal suo stesso partito, la maggioranza: “Un attacco sconcertante”

Solidarietà di Pd e Orgoglio Fucecchiese al consigliere di opposizione

“Un attacco sconcertante”. Così il Pd e Orgoglio Fucecchiese definiscono le polemiche della Lega contro il proprio consigliere Marco Cordone.

“L’attacco di uno dei consiglieri leghisti al proprio collega Marco Cordone – si legge in una nota dei due gruppi di maggioranza – ha scosso l’intero consiglio comunale di Fucecchio. Solo sconcerto per una dichiarazione con cui si rimproverava Cordone per aver rivendicato di parlare a nome della Lega, mentre più volte in Consiglio lo stesso consigliere rivendicava di non avere la tessera del suo partito e di essere perciò un “uomo libero””.

“I gruppi di maggioranza – prosegue la nota – hanno subito espresso solidarietà a Cordone, che non solo ha sempre rivendicato la propria appartenenza politica, ma che tuttora serve nelle istituzioni come consigliere Anci per il Comune di Fucecchio e nell’Aiccre. Lo stesso “uomo libero” nello scorso Consiglio aveva del resto messo in imbarazzo il proprio capogruppo chiedendo di disattendere quanto questi aveva concordato nella conferenza dei capigruppo”.

A proposito della vicenda, il capogruppo Pd Cafaro ha commentato: “Non mi permetto di inserirmi nelle convulse vicende degli altri partiti, ma la Lega farebbe forse meglio ad invitare chi è stato eletto nelle sue fila, è stato candidato alle regionali con la sua lista e guida ora il suo gruppo all’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa ad un opportuno rispetto per chi – all’interno di un partito – porta avanti le proprie idee”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.