Quantcast

Fucecchio, Forza Italia all’attacco: “Comune favorisce la grande distribuzione”

Il gruppo consiliare: "Il rilancio del centro commerciale naturale è solo nelle parole"

Forza Italia polemica contro l’assessore al commercio di Fucecchio Russoniello.

“Al di là di un rincorrere la tanto proclamata digitalizzazione – dice il gruppo consiliare guidato da Simone Testai e di cui fa parte Sabrina Ramello – per la quale abbiamo sollecitato l’amministrazione comunale con una interrogazione nel mese di novembre 2020 e nell’applicare quanto previsto dal decreto sostegni, l’assessore di fatto niente ha previsto a sostegno delle varie attività commerciali e produttive in genere”.

“Infatti – spiegano Testai e Ramello – nell’approvare il nuovo regolamento per unificare le varie tariffe come previsto per legge, l’unica vera agevolazione prevista per altro per legge nazionale è stata la possibilità di rateizzare l’importo dovuto all’amministrazione. L’amministrazione comunale, si è ben guardata di informare le rappresentanze del comparto commercio al dettaglio e del piccolo artigianato, del fatto che il nuovo regolamento, prevedesse due zone di cui una definita speciale e corrispondente al centro; che in particolare per il canone patrimoniale di concessione autorizzazione e esposizione pubblicitaria, proprio questa zona abbia tariffe piene mentre le altre zone godono di una riduzione del 60%; a tutto beneficio della grande distribuzione la quale rimane tutta nella zona agevolata”.

“Le attività commerciali da aiutare – spiega Forza Italia sono quelle che maggiormente hanno subito restrizioni e diminuzione di fatturato in questo periodo e non certo la grande distribuzione. Da sempre a proclami dicono di voler rilanciare il centro commerciale naturale, di fatto lo vessano e niente fanno per programmare e progettare lo sviluppo del commercio, come propone Forza Italia, che ha più volte proposto nei dibittiti consiliari forti azioni per la crescita economica dei nostri territori, ad esempio del settore turistico cercando di entrare a far parte del progetto Uffizi Diffusi. Nel nostro programma elettorale era previsto l’istituzione dell’ufficio progetti per intercettare i fondi europei oggi assolutamente fondamentale e strategico per intercettare risorse del recovery fund: anche per questo a dicembre anche in relazione alla revisione degli strumenti urbanistici, Forza Italia ha presentato una mozione per la redazione del piano del commercio, strumento di pianificazione e programmazione dello sviluppo dello stesso che consentirebbe di avere oltre alla programmazione strumenti operativi per poter accedere con progetti e rapidità all’utilizzo dei fondi che si renderanno disponibili”.

“Di fatto gli atti presentati nel corso degli anni – concludono gli esponenti azzurri – e soprattutto nel corso della pandemia, ci vedono come unica forza politica interessata al sostegno ed al rilancio del commercio e delle attività produttive e lo abbiamo dimostrato anche nell’occasione della trattazione del regolamento per l’applicazone del canone patrimoniale e esposizione pubblicitaria, dove siamo stati l’unica forza politica ad esprimere voto contario”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.