Quantcast

Rifiuti tossici delle concerie, Fdi chiede verifiche anche a Pontedera, Lajatico, Terricciola, Capannoli

I rappresentanti del partito della Meloni in Valdera: "Il keu è finito in tutta la Toscana"

Rifiuti tossici delle concerie, chieste verifiche anche a Pontedera, Lajatico, Terricciola, Capannoli. A farlo i rappresentanti di Fratelli d’Italia Valdera Matteo Arcenni, Roberto Ticciati, Mattia Cei e Matteo Bagnoli.

“Nel corso del periodo compreso tra il 2000 e il 2020 – dicono – è presumibile che nei nostri territori comunali siano stati smaltiti fanghi in terreni agricoli e ci siano stati anche spandimenti di terra in aree edificabili e/o di completamento. Alla luce della maxi inchiesta sui reati ambientali e gli sversamenti illegali degli scarti del comparto conciario di Santa Croce Sull’Arno, abbiamo presentato un’interrogazione: chiediamo ai sindaci di verificare se parte dei rifiuti pericolosi delle concerie possano essere stati riversati anche nei terreni presenti nei Comuni di Pontedera, Lajatico, Capannoli e Terricciola”.

“Infatti, non ci sono soltanto le 8mila tonnellate di rifiuti pericolosi interrati sotto l’asfalto strada regionale 429, tra Empoli e Castelfiorentino – concludono – Il cosìdetto keu, il materiale derivato dalla combustione degli scarti del distretto del Cuoio, secondo l’accusa, sarebbe finito in giro per mezza Toscana. L’amministrazione deve quindi predisporre una serie di controlli approfonditi, per stabilire la provenienza dei fanghi utilizzati sul territorio comunale e verificare che i terreni non risultino inquinati”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.