Quantcast

Il ministro Orlando a Empoli: visita alla Sesa, all’emporio solidale e incontro con le associazioni del terzo settore foto

Il sindaco Barnini: "Siamo un modello di città media che può raccogliere la sfida della ripresa post pandemia"

Il ministro del lavoro e delle politiche sociali Andrea Orlando in visita a Empoli oggi (12 giugno)

Il ministro ha visitato la sede del Gruppo Sesa, accompagnato dal presidente Paolo Castellacci e dal Ceo Alessandro Fabbroni , alla visita erano presenti anche il sindaco di Empoli Brenda Barnini, il senatore Dario Parrini, il presidente della Giunta Regionale della Toscana Eugenio Giani e il consigliere regionale Enrico Sostegni. Fabbroni ha illustrato le prospettive del gruppo e lo sviluppo delle aziende, non solo sul territorio italiano.

Orlando è stato quindi all’Emporio Solidale, inaugurato appena mercoledì scorso in via XI Febbraio, a Empoli, market free della solidarietà in cui chi ha necessità può fare spesa senza pagare. Con lui ancora il sindaco Barnini, l’assessore alle politiche sociali Valentina Torrini, il provveditore della Misericordia di Empoli Gionata Fatichenti, il proposto Don Guido Engels e la presidente del Consiglio di Sorveglianza di Unicoop Firenze Daniela Mori.

Ha concluso la sua mattinata empolese al centro polivalente Vela Margherita Hack di Avane, dove operano, nei settori della solidarietà, dell’inclusione e del recupero materiali, le associazioni Noi da Grandi Onlus, Re.So. Recupero Solidale e Centro Giovani Avane’. Era presente anche l’assessore all’associazionismo Fabrizio Biuzzi. Qui ha incontrato associazioni del Terzo Settore e le cooperative del Consorzio Co&So.

“La visita del ministro Andrea Orlando a Empoli ha toccato alcune delle realtà produttive e sociali più importanti della nostra città. L’occasione del Recovery Fund – sottolinea il sindaco Brenda Barnini – deve essere sfruttata per spingere su un modello di sviluppo sostenibile dove transizione ecologica, digitale e sociale si tengono insieme.   Il ministro avuto la possibilità di toccare con mano quelle che sono alcune delle caratteristiche e dei punti di forza della nostra città: da un lato il fatto di essere una città dedita al lavoro, una realtà in cui le imprese hanno continuato ad investire in particolar modo in settori innovativi come la Sesa ha fatto; dall’altro però anche una città che fa della solidarietà e dell’aiuto reciproco tra le persone non uno slogan ma una realtà concreta. Credo che l’onorevole Orlando porterà con sé il ricordo di un’esperienza che come ministro del lavoro e delle politiche sociali spero sia un arricchimento e uno spunto. È emersa con forza l’idea che una città media come la nostra, non una grande città, dopo la pandemia, ha avuto tante risorse da cui ripartire. Credo che anche le scelte del governo nei prossimi mesi, a cominciare da quelle degli investimenti dei fondi europei, debbano guardare con attenzione alle città medie.
Empoli può essere protagonista come città media e capofila di un territorio l’Empolese Valdelsa che ha un tessuto economico e civile pronto a cogliere questa sfida dopo il periodo covid-19″.

Durante l’incontro con le associazioni il ministro Orlando ha fatto un approfondimento sulle tre cose più importanti che all’interno del governo sta cercando di portare avanti per il terzo settore e per il no profit: il primo è un sistema fiscale che riconosca la specificità del terzo settore, rispetto alle imprese profit; il secondo l’impegno sulle risorse inserite dentro al Piano del Recovery, in particolar modo tutto il tema della riforma della non autosufficienza e la linea trasversale che dice che le risorse devono andare su progetti che aumentano l’occupazione femminile e giovanile. Su questi due grandi temi ha risposte alle sollecitazioni portate dai rappresentante del Terzo Settore.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.