Quantcast

Vertice di Forza Italia dell’Empolese, Gandola: “FiPiLi e rifiuti, sinistra incapace di governare”

Il consigliere metropolitano di Firenze punta il dito anche sulla rimodulazione della guardia medita in area vasta

Si è tenuto ieri pomeriggio (11 giugno) il vertice di Forza Italia con tutti gli eletti ed i coordinatori azzurri nell’Empolese Valdelsa, coordinato da Massimo Mallegni, coordinatore regionale di Forza Italia Toscana, Paolo Giovannini, coordinatore provinciale e Sabrina Ramello, coordinatrice di Forza Italia per la zona dell’empolese.

All’incontro, che si è tenuto nella sede azzurra di Cerreto Guidi, ospiti di Bruno Ciattini, è intervenuto anche Paolo Gandola, consigliere metropolitano Forza Italia – centrodestra per il cambiamento.

“Il vertice – spiegano gli esponenti azzurri – è stato convocato dopo i molteplici scandali che hanno travolto l’empolese a partire dall’inchiesta sullo smaltimento di fanghi tossici sotto la strada regionale 429 ed primi rilievi sulle alte concentrazioni di materiali inquinanti tra Molin Nuovo ed Empoli. Oggetto dell’incontro è stato anche il grave problema che riguarda la Fipili, dopo lo smottamento avvenuto nel gennaio scorso a Lastra a Signa ed il paventato taglio del servizio notturno del servizio di continuità assistenziale ed il possibile accorpamento di sedi territoriali della guardia medica”.

“Da parte delle amministrazioni comunali – attacca il consigliere metropolitano Paolo Gandola – serve una maggiore assunzione di responsabilità, oggi assistiamo in questa area ad una pluralità di problemi, veri e propri scandali, che lasciano interdetti. Sulla presenza di inquinanti chiediamo alla magistratura di compiere presto tutte le indagini del caso, mentre sulla Fipili chiediamo alla regione, se è in grado, di ripristinare la viabilità celermente, altrimenti si faccia da parte e chieda al governo di nominare un commissario straordinario così da seguire le procedure d’urgenza già adottate per il ponte Morandi di Genova”.

“In queste settimane – continua – a causa della cronica assenza del personale, l’Asl ha avviato la rimodulazione nel servizio di guardia medica nell’area vasta dell’Asl Toscana Centro (Firenze, Empoli, Prato e Pistoia) come reso noto dalla lettera del direttore del dipartimento della rete sanitaria territoriale con la quale ha annunciato la necessità di accorpare le sedi territoriali e tagliare il servizio di continuità assistenziale dalle 24 alle 8. Cosa aspettano i sindaci della zona  a far sentire la loro contrarietà? Insomma – conclude Gandola – Forza Italia continua il proprio impegno sui territori, dimostrandosi una forza politica di governo attenta alle esigenze delle comunità con la capacità di contrapporsi alla sinistra da sempre alla guida  delle amministrazioni locali. In questi ultimi mesi, in particolare, è emerso a tutti la loro scandalosa inefficienza del loro saper amministrare. Per questo il nostro impegno sarà ancor più raddoppiato in tutta l’area metropolitana fiorentina”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.