Quantcast

Frana sulla FiPili, Gandola: “Si chieda la nomina di un commissario straordinario”

Il consigliere: "Le istituzioni toscane hanno dimostrato tutta l’incapacità a provvedere in tempi celeri a ripristinare la viabilità"

Si è tenuto ieri pomeriggio (12 giugno) il nuovo sopralluogo di Paolo Gandola, consigliere metropolitano Fi centrodestra per il cambiamento  in via di Carcheri a Lastra a Signa, nell’area del cantiere dopo lo smottamento del gennaio scorso al muro di contenimento della Fipili.

“Dopo troppi mesi –  attacca Gandola –  le istituzioni toscane hanno dimostrato tutta l’incapacità a provvedere in tempi celeri a ripristinare la viabilità sulla strada di grande comunicazione, stante le gravi criticità strutturali e costruttive dell’arteria. A questo punto se la Regione non è in grado si faccia da parte e chieda al governo di nominare un commissario straordinario così da seguire le procedure d’urgenza già adottate per il ponte Morandi di Genova e consentire l’avvio dei lavori. Anche ieri intorno alle 21 sulla Fipili verso la costa  si assisteva ad una coda interminabile  di auto,  si tratta di una situazione che inevitabilmente proseguirà per ancora tanti mesi senza soluzione di continuità. Un vero e proprio incubo che deve richiedere l’adozione di misure  e provvedimenti urgenti e non più rinviabili come l’attribuzione di competenze ad un commissario straordinario”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.