Quantcast

“Non sono dimissioni, io ho revocato le deleghe”: Capecchi risponde a Salvadori

“Irrimediabilmente reciso il rapporto di fiducia”. La versione del sindaco

Dopo aver anticipato verbalmente all’assessore Salvadori per le vie brevi due giorni fa la mia decisione irrevocabile, stamattina, alle 10, prima della comunicazione delle sue dimissioni, ho adottato formalmente il provvedimento di revoca delle deleghe all’assessore Salvadori, in quanto, a seguito dei suoi comportamenti e delle sue recenti esternazioni, ho dovuto constatare che si è irrimediabilmente reciso il rapporto di fiducia e che, diversamente, non sarebbe stato possibile garantire la serena prosecuzione del mandato amministrativo e del raggiungimento degli obiettivi di legislatura”. Questa la versione del sindaco di Montopoli in Valdarno Giovanni Capecchi: non sono dimissioni, ma è una revoca delle deleghe decisa dal primo cittadino, in programma già da qualche giorno.

Alla decisione mancava solo la formalizzazione, e oggi Capecchi interviene “per ristabilire la verità. Sono rimasto semplicemente sgomento e deluso soprattutto perché viene riportata una ricostruzione che non corrisponde al vero”, ha detto.

Il provvedimento, secondo le motivazioni del sindaco, è stato determinato da una serie di eventi: in particolare, da disaccordi in ordine agli indirizzi di gestione dell’ente, evidenziati anche da contrasti verbali. “L’assessore Salvadori – continua Capecchi – non ha mai manifestato la volontà di dimettersi e anzi ho provato più volte a valutare con l’interessata soluzioni alternative per conciliare. Non è stato possibile”.

“Trovo che ci sia una strana coincidenza poi – conclude il sindaco – nelle tempistiche di queste ‘dimissioni’ mai prese in considerazione o valutate fino ad oggi dall’assessore e che ora vengono comunicate proprio pochi minuti dopo l’adozione del mio atto di revoca”. Intanto, le deleghe di Salvadori (polizia municipale, personale e sicurezza) saranno svolte da Capecchi, che si riserva di decidere in futuro se tenerle per sé o se assegnarle a un nuovo assessore.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.