Quantcast

Revoca deleghe a Salvadori, Tesi (Centrodestra): “Grave saperlo sui media e non in Consiglio”

Il capogruppo di opposizione: "Maggioranza debole e divisa, il paese è pronto a uno storico cambio della guardia"

Che l’assessora Salvadori si sia dimessa o il sindaco Capecchi le abbia revocato le deleghe penso che poco interessi ai cittadini e, forse, anche alle opposizioni”. Così esordisce il commento di Massimo Tesi, capogruppo del centrodestra a Montopoli.

“Trovo invece criticabile ed offensivo nei confronti delle istituzioni rappresentate dalle minoranze – dice – venirlo a sapere giovedì 15 luglio dai media, mentre la sera prima, nel corso del consiglio comunale protrattosi fino alle 23,30 circa, nessuno dei due protagonisti abbia avuto il rispetto di darne informazione al consiglio comunale. Probabilmente le vere motivazioni non saranno mai rese note, ma sicuramente molti dipendenti e responsabili comunali staranno tirando un bel respiro di sollievo per non avere più a che fare con un’assessora scomoda. È altrettanto verosimile che il sindaco si sia trovato nel dilemma tra le lamentele dei dipendenti o confermare la Salvadori fortemente voluta da lui due anni fa. Ed ha scelto il male minore”.

“Questa diatriba però mi permette di fare anche considerazioni politiche – conclude – di fronte ad una maggioranza divisa, se il centrodestra saprà mantenersi unito senza ripetere gli errori già commessi nel recente passato, sarà pronto per uno storico cambio della guardia alle prossime elezioni comunali“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.