Le Cerbaie come area per le esercitazioni militari, no alla mozione del Centrodestra per Castelfranco

I consiglieri di opposizione: "Sarebbe un valido deterrente contro i traffici illeciti nella zona"

Bosco delle Cerbaie come area per le esercitazioni militari, bocciata la mozione del Centrodestra per Castelfranco. Così commentano i consiglieri Monica Ghiribelli, Alba Colombini, Nicola Sgueo.

“Durante l’ultimo consiglio comunale sono state discusse due nostre mozioni – dicono – con le quali abbiamo sollecitato l’adozione di alcuni strumenti per una più efficace lotta allo spaccio di stupefacenti e al degrado che affliggono il nostro territorio. Se sul regolamento di polizia urbana e sull’introduzione del daspo urbano vi è stata la convergenza di tutto il consiglio comunale, tuttavia non è stata accolta l’altra nostra proposta con la quale si chiedeva di consentire l’utilizzo dei boschi delle Cerbaie come area per le esercitazioni militari che, a nostro avviso, avrebbe costituito un valido ed efficace elemento di disturbo per i traffici illeciti”.

“Per poter tornare a vivere pienamente determinate aree boschive – dicono i consiglieri – occorre prima di tutto eliminare la presenza degli spacciatori che, in più occasioni, hanno dimostrato di costituire un serio pericolo per l’incolumità di chi vorrebbe usufruire di quelle aree. E mentre a Fucecchio (che condivide con il nostro Comune il medesimo problema dello spaccio) il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità la proposta dell’utilizzo dei boschi come area per le esercitazioni militari, a Castelfranco di Sotto la maggioranza evidentemente ritiene di contrastare lo spaccio seguendo altre strade che, tuttavia, nonostante l’impegno delle forze dell’ordine alle quali va sempre la nostra riconoscenza per l’impegno quotidianamente profuso, ad oggi non si sono rivelate sufficienti o particolarmente efficaci”·

“Consapevoli che la piaga dello spaccio non riguarda solo la zona boschiva delle Cerbaie ma anche altre zone del paese – conclude la nota – manterremo alta l’attenzione sul problema e non ci stancheremo di portare in consiglio comunale le nostre proposte e a far sentire la voce dei nostri concittadini esasperati da una situazione che richiede necessariamente di essere affrontata al più presto con azioni decise, ferme ed efficaci”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.