Quantcast

Montemagni (Lega): “Basta con la scia di sangue sul lavoro”

La consigliera regionale: "Troppe morti bianche, chi non rispetta le norme deve pagare"

“Santa Croce sull’Arno: ancora una vittima sul lavoro. Solidarietà ai familiari ma questa strage va fermata. Doveroso ed urgente il massimo impegno delle istituzioni”. A lanciare il monito dopo la tragedia avvenuta oggi (16 ottobre) in una ditta di via del Bosco, è la consigliera regionale della Lega, Elisa Montemagni.

“Purtroppo-afferma Elena Meini, consigliere regionale della Lega  -dobbiamo registrare una nuova morte sul lavoro in Toscana, se non sbagliamo la ventottesima dall’inizio dell’anno, questa volta avvenuta in un magazzino edile di Santa Croce sull’Arno. Vogliamo esprimere la nostra vicinanza ai familiari della vittima ma nel contempo è forte l’amarezza per un ennesimo dramma che si è consumato in ambito lavorativo”.

“Tra l’altro, purtroppo – precisa l’esponente leghista – come detto, nella nostra Regione è particolarmente rilevante il numero di morti bianche e questo è un tragico dato su cui occorre riflettere seriamente ed immediatamente. Ci auguriamo, dunque che le recenti decisioni governative, a difesa dell’incolumità fisica dei lavoratori, siano, quindi, davvero utili per fermare questa strage quotidiana. Occorrono maggiori, continui ed attenti controlli nelle aziende e pesanti sanzioni per chi non rispetta le norme di sicurezza nei luoghi di lavoro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.