Quantcast

“Manutenzioni straordinarie continue, la FiPiLi va ripensata” secondo Gemelli (FdI)

"Negli ultimi mesi stanno emergendo continuamente tutte le criticità dell'assetto idrogeologico dei terreni su cui insiste la superstrada"

“Oggi la FiPiLi è un’arteria fondamentale della viabilità regionale e non può essere soggetta a continue manutenzioni straordinarie. Probabilmente serve ripensare tutto un sistema infrastrutturale e di trasporto che possa essere adeguato alle esigenze di oggi per il trasporto pesante”. Lo sostiene Claudio Gemelli, consigliere metropolitano di FdI nel Centrodestra per il cambiamento.

“Quella strada – spiega – non è adeguata alle esigenze di mobilità regionale e un così grande flusso di trasporto merci”. Ancora una volta “emergono tutti i problemi strutturali della FiPiLi. È evidente che quella strada non è stata progettata né è adatta a sostenere un flusso continuo di mezzi pesanti come in effetti avviene”.

Per il consigliere metropolitano, “a fronte di un traffico analogo a quello di un’autostrada, la FiPiLi è classificata come strada extraurbana di tipo C, che certifica quanto sia ormai un’infrastruttura non adeguata alle esigenze di mobilità regionale e soprattutto non idonea a servire un così grande flusso di trasporto merci. Per di più negli ultimi mesi stanno emergendo continuamente tutte le criticità dell’assetto idrogeologico dei terreni su cui insiste la superstrada e su cui poco si è fatto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.