Quantcast

Lega: “Vigilanza medica, sanificatori di aria e medicina del territorio” per decongestionare gli ospedali

"Vaccinazione e tracciare i cittadini, chiudendoli in casa se positivi, non è stato risolutivo"

Più informazioni su

“Se si vogliono decongestionare gli ospedali e i pronto soccorso, i cittadini debbono attenersi alle norme governative, ma le istituzioni pubbliche e quindi anche i Comuni debbono fare la loro parte”. Lo sostiene il gruppo consiliare della Lega a San Miniato.

“L’estrema contagiosità della nuova variante Covid – sostengono i consiglieri – sta mettendo in grande difficoltà ogni comunità, sia da un punto di vista economico che sanitario. Gli ospedali si stanno riempiendo di persone positive al virus. Molti ricoveri connessi ad altre patologie gravi vengono rinviati, con gravi rischi per i malati. Finora si è tentato di evitare l’ingorgo ospedaliero con la vaccinazione e tracciando i cittadini, chiudendoli in casa se positivi. Evidentemente questi accorgimenti seppure necessari non sono stati risolutivi per evitare l’intasamento degli ospedali. E’ urgente sviluppare anche altre iniziative e potenziare la medicina del territorio.

Le autorità delegate alla salute pubblica e fra queste i Comuni, non possono più fare da spettatori difronte a una situazione nella quale si rischia il blocco economico del Paese e la saturazione delle strutture ospedaliere. Per questo motivo rinnoviamo l’invito al Comune di intervenire con azioni positive che possano ridurre la pressione sanitaria e ospedaliera, considerato che il comprensorio del cuoio da molto tempo fa registrare alti tassi di contagio.

Rinnoviamo l’invito al Comune di procedere all’acquisto di sanificatori di aria, come d’altra parte consigliato dalle autorità sanitarie mondiali, in quanto strumenti capaci di abbattere il 99% dei virus e batteri. Semplici strumenti da collocare nelle aule scolastiche per ridurre la diffusione del contagio tra gli studenti. Con solo 50mila euro si potrebbero installare almeno 100 sanificatori mettendo in sicurezza altrettante aule scolastiche.

Rinnoviamo l’invito al Comune di stanziare una somma adeguata per potenziare – in collaborazione con le associazioni di volontariato – la vigilanza medica nelle ore notturne e nei giorni festivi, considerato che negli ultimi mesi il servizio di guardia medica fornito dalla Regione è risultato molto carente come similmente è avvenuto per la medicina del territorio, con conseguenti gravi difficoltà per i cittadini ai quali in caso di necessità non è rimasto altro che rivolgersi al pronto soccorso”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.