Rems a Montopoli, Elena Meini (Lega): “La Regione faccia chiarezza sull’ipotesi”

Il consigliere: “Queste strutture ospitano autori di reati affetti da disturbi mentali e socialmente pericolosi"

“Nel comune di Montopoli in Val D’Arno – afferma Elena Meini, consigliere regionale della Lega – risultava in essere un progetto che prevedeva la trasformazione in Rsa di una struttura denominata oasi mariana. Ad oggi – prosegue il consigliere – parrebbe, invece, che l’idea iniziale di realizzare una residenza sanitaria sarebbe tramontata e si sono diffuse voci che al suo posto potrebbe nascere una Rems”.

“Queste ultime strutture – precisa l’esponente leghista – ospitano solitamente autori di reati che sono affetti da disturbi mentali e risultano socialmente pericolosi. Tenendo presente che, attualmente, non risulterebbe peraltro alcuna comunicazione ufficiale in merito ad un’eventuale modifica della precedentemente ipotizzata progettualità – sottolinea la rappresentante della Lega – ho deciso di redigere un’interrogazione per dissipare ogni dubbio”.

“In pratica – conclude Elena Meini – nel mio atto chiedo, dunque, quali siano i reali intendimenti in relazione al futuro utilizzo dell’immobile in questione e qualora ci s’indirizzasse verso la Rems, quale ente avesse preso tale decisione”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.