Ponte sull’Elsa, a luglio l’atto in consiglio metropolitano. I dubbi di Forza Italia

Paolo Gandola: "Siamo ancora perplessi per tutto il tempo perso in questi anni"

“Finalmente sembra che qualcosa si muova per la sistemazione del ponte sull’Elsa a Certaldo e la realizzazione della nuova rotonda nelle sue adiacenze: ne siamo felici e anche orgogliosi perché dopo decenni di assoluto silenzio e rinvii, anche grazie alle nostre pressioni negli enti locali e metropolitano pare che siamo di fronte ad un momento di svolta“. Lo dice Paolo Gandola, consigliere metropolitano di Forza Italia nel Centrodestra per il cambiamento parlando del progetto della sistemazione del ponte sull’Elsa, così come la rotatoria in programma, a un punto di svolta dopo vari rinvii.

Ma Forza Italia si domanda ancora il perché di tutti i ritardi e i rimandi. Inoltre, il partito, chiede di vedere gli atti di fattibilità, non ancora consegnati. “Il 16 – aggiunge Gandola – in commissione in Città Metropolitana abbiamo avuto finalmente contezza del fatto che i due progetti richiesti e attesi da anni da cittadini, residenti ed imprese, sono ad un punto di svolta. In primis la rotatoria, che dovrebbe vedere la luce entro dicembre 2023, mentre la sistemazione del ponte sull’Elsa dovrebbe essere completata un anno dopo. Siamo felici di avere queste notizie. Io personalmente avevo richiesto con urgenza dettagli, progetti e dettagli su queste questioni, ma per troppo tempo avevo avuto risposte elusive e ritardate. Ora saluto con favore e soddisfazione questi atti che sbloccheranno i prossimi passaggi burocratici per arrivare alla realizzazione delle opere. Però lasciatemi dire che, come Forza Italia, siamo ancora perplessi per tutto il tempo perso in questi anni. Peraltro, non è detta l’ultima parola in senso positivo, purtroppo, in quanto proprio ieri in sede di commissione è stata evidenziata la mancanza del parere di regolarità contabile per l’atto sulla rotatoria e, quindi, non sarà il prossimo consiglio metropolitano di mercoledì a dare il via al progetto, come avremmo invece auspicato”.

Ora, “ci attendiamo che il via libera definitivo arrivi nei primi giorni di luglio nella prossima seduta utile del consiglio, ma questo ennesimo passo falso non lascia presagire nulla di buono. Noi, come Forza Italia, insieme al nostro vicecoordinatore di zona Filippo Ciampolini e tutti i nostri consiglieri comunali di zona, terremo alta l’attenzione sulla questione sino a che l’ultimo pezzetto di rotatoria sarà effettivamente realizzato e collaudato. Sul ponte sull’Elsa – conclude Gandola – noi continuiamo a ribadire che vogliamo vedere gli atti del progetto di fattibilità che ancora non è stato consegnato. È nostro diritto visionarlo e lo vogliamo fare subito, senza ulteriore ritardo”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.