Sicurezza a Pisa, Ziello: “Rinforzi di polizia grazie alla Lega, ma troppi solleciti”

Il politico: "Serve un ministro che non dorma sugli allori"

Il ministro Luciana Lamorgese dopo mesi di mie interrogazioni parlamentari, funzionali a richiedere l’impiego di maggiori rinforzi di forze dell’ordine per aumentare i livelli di sicurezza a Pisa, finalmente si accorge di questa necessità e dà seguito ai miei atti di sindacato ispettivo, inviandoci dei rinforzi soltanto dopo un omicidio e degli accoltellamenti”.

Lo dichiara il deputato della Lega Edoardo Ziello.

Bisognerebbe fare prevenzione e non dormire sugli allori specialmente se si è la massima autorità di pubblica sicurezza – aggiunge -. Auspico che questo aumento di organico sia permanente e che l’operazione rinforzi non si riveli un intervento spot perché la nostra città merita la massima attenzione da parte del Viminale per fronteggiare episodi di spaccio e violenze causati troppo spesso da immigrati irregolari venuti qui grazie alla politica dei porti aperti voluta, sostenuta e difesa dal Pd. Dopo il 25 settembre ripristineremo la certezza della pena, una legislazione adeguata e il sano rigore per difendere le nostre città da chi vorrebbe trasformarle in un far west”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.