Fantozzi (Fdi): “Un premio dalla Regione alla coppia che ha adottato Marley Supercane”

Marco e Carlotta, giovane coppia di Santa Maria a Monte, si prende cura dell'animale cieco abbandonato in Puglia che è diventato una star dei social

Chiedo alla Regione Toscana di assegnare un riconoscimento speciale a Marco e Carlotta, che hanno adottato Marley Supercane, per la loro straordinaria testimonianza in favore della inclusione dei disabili anche nel mondo animale, lanciando un segnale raccolto ovunque di amore e generosità che supera le barriere di ogni natura”. Così il consigliere regionale lucchese di Fratelli d’Italia Vittorio Fantozzi.

“Una bellissima storia – dice Fantozzi – ormai conosciuta da molti grazie alla comunicazione social, che commuove, entusiasma e fa capire quanto siano falsi gli stereotipi sulla presunta mancanza di solidarietà dei ragazzi contemporanei. Marco e Carlotta, una giovane coppia di Santa Maria a Monte in provincia di Pisa, ha adottato da alcuni anni Marley, un magnifico pastore tedesco presto ribattezzato Marley Supercane, prelevato da una struttura pugliese dove era ricoverato dopo essere stato abbandonato. Nulla di strano, in apparenza, tranne per il fatto che Marley è un cane cieco. Nonostante questo, grazie alle cure e all’amore della sua nuova famiglia Marley gioca, salta, riesce a salire le scale solo annusandole, insomma si è perfettamente integrato nella sua nuova famiglia. È diventato una star di Facebook, con la pagina Marley Supercane che viaggia verso i 100mila follower. Ed ha allargato il concetto di inclusione, applicata alla disabilità degli animali”.

Marco Carlotta e Marley Supercane

“Non c’entra nulla con la politica – conclude il politico – ma ho raccontato questa storia perché in tempi talvolta cinici come quelli che stiamo vivendo sarebbe un bel segnale da parte della Regione Toscana dare a Marco e Carlotta un premio speciale per il loro impegno e la loro generosità a favore degli animali, senza pregiudizi. E poi perché amo gli animali, perché cerco di impegnarmi per tutelarli anche in sede legislativa e perché conosco il dolore della perdita per malattia del mio, di cane. L’indimenticabile, e sempre nel mio cuore, Ventuno”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.